fbpx

Continua il successo di Chiostri Acustici tra Umbria e Toscana: venerdi il quarto appuntamento

CITTÀ DI CASTELLO- Un pubblico particolarmente numeroso per il terzo appuntamento di Chiostri Acustici tra Umbria e Toscana tenutosi sabato 17 luglio alle ore 21.oo nella straordinaria cornice di Castello Bufalini nel Comune di San Giustino. A fare gli onori di casa il nuovo direttore del Veruska Picchiarelli del MIC Direzione regionale Musei Umbria che con grande piacere ha aperto le porte al primo degli eventi della stagione estiva ringraziando calorosamente l’Assessore alle politiche culturali Milena Ganganelli Crispoltoni che sempre con passione e impegno porta avanti il suo mandato. Quest’ultima ha salutato tutti i presenti tra cui il sindaco Paolo Fratini, il parroco don Paolino Trani ma anche altri assessore intervenuti dei comuni limitrofi: Luciana Bassini Assessore alle politiche sociali del Comune di Città di Castello, Anna Conti alla Cultura e Paola Giannelli al bilancio del Comune di Citerna. Prima del concerto ha preso la parola anche Catia Cecchetti ideatrice dell’iniziativa dei Chiostri che ha confermato l’importanza di questi appuntamenti dove è tanta la voglia di stare insieme seppur in sicurezze nel rispetto delle normative anti covid. Ad esibirsi il Trio Musa che ha regalato momenti magici di grande bravura: all’oboe Mirko Taschini, al clarinetto Claudio Capanni e al sax baritono Ruben Marzà. Le musiche di Antonio Vivaldi, di W. Amadeus Mozart, di Ludwing van Beethoven, ma che di Giuseppe verdi, di Giacomo Puccini hanno ammaliato il pubblico presente. Il trio ha regalato poi un bis con le melodie del maestro Morricone. Una serata magica grazie alla bravura dei musicisti e alla bellezza del Castello Bufalini con la sua straordinaria ricchezza architettonica e la sua antica storia.

Il prossimo appuntamento si terrà a Citerna in Piazza Scipione Scipioni venerdì 23 luglio  alle ore 21.00 con il concerto dal titolo I Colori dell’Anima dove ad esibirsi ci sarà il Natia Quartet  con Mauro Carboni al sax, flauto, arrangiamenti,  Lorenzo Francioli al pianoforte, Luca Grassi al contrabbasso e basso elettrico e  Mauro Giorgeschi alla batteria.