Il Concorso Zangarelli diventa maggiorenne: presentato il programma della XVIII edizione

CITTA’ DI CASTELLO – Da mercoledì 4 a venerdì 6 maggio torna in città il Concorso Nazionale “Zangarelli”, la manifestazione riservata agli studenti delle scuole secondarie di primo grado ad indirizzo musicale e ai licei musicali, giunta alla sua 18ma edizione.

La tre giorni, promossa dalla Scuola secondaria di primo grado “Alighieri-Pascoli” e dal Comune, anche quest’anno riporterà in città ben 32 scuole, dalla Lombardia alla Sicilia (passando per la Sardegna), per un totale di oltre 1500 studenti. Un dato quest’ultimo, sempre in crescita rispetto alle edizioni precedenti, e che conferma come il tradizionale evento primaverile diventi sempre più un punto di riferimento fondamentale per chi studia e insegna musica. A presentare il fitto programma dell’edizione della “maturità”, questa mattina nella sala giunta del municipio tifernate, c’erano il dirigente scolastico dell’Alighieri-Pascoli Roberto Cuccolini e il direttore artistico della manifestazione Marcello Marini, oltre alla presenza dell’assessore alle Politiche scolastiche Mauro Alcherigi e alcuni professori della scuola.

“Quest’anno – ha sottolineato Cuccolini – abbiamo deciso di coinvolgere maggiormente la scuola e tutti gli insegnanti, che hanno volentieri dato la loro disponibilità a titolo totalmente gratuito. Per far crescere la manifestazione è stata inoltre rafforzata la collaborazione con l’Amministrazione comunale, con la quale, in futuro, si spera di costituire un Comitato dedicato esclusivamente al Concorso”.

L’impegno e il coinvolgimento più diretto dell’Amministrazione è stato confermato dall’assessore Alcherigi che ha ribadito come, “da sempre, lo Zangarelli muova un elevato numero di presenze turistiche, con ricadute economiche altrettanto positive”.

Il direttore artistico Marini si è invece soffermato sui grandi nomi presenti tra i 39 commissari di questo anno: di assoluto prestigio la presenza di Aldo Sisillo, direttore artistico del Festival delle Nazioni, Antonella Bona, direttrice della Banda Musicale dell’esercito, Camillo De Biasi, direttore di coro, compositore e musicologo, e Carlo Alberto Neri, docente di pianoforte al Conservatorio di Perugia e concertista di fama internazionale. Oltre a questi Marini ha voluto evidenziare anche la presenza di molti musicisti locali, “poco coinvolti negli anni passati”: tra questi il direttore della Filarmonica dei Perseveranti di Sansepolcro e docente di clarinetto al Conservatorio di Musica di Firenze Andrea Marzà, il direttore della Banda Comunale di Gubbio e docente di tromba al Conservatorio di Musica di Perugia Nolito Bambini e i tifernati Mauro Morini, Francesco Marconi , Andrea Biagini, Francesco Mastriforti, Emanuela Agatoni e Alessandro Bistarelli.

In questa diciottesima edizione Paolo Zampini, direttore del Conservatorio di Musica “Cherubini” di Firenze e flautista ufficiale del Premio Oscar Ennio Morricone, e la pianista Leonora Baldelli, docente di pianoforte della scuola e concertista, saranno i protagonisti di uno straordinario concerto di apertura mercoledì 4 maggio, alle 18.30 nella Sala degli Specchi del Circolo Tifernate Accademia degli Illuminati di Palazzo Bufalini. Tra i vari brani che verranno eseguiti ci saranno anche celebri melodie di Morricone e una Prima esecuzione assoluta di Barbara Rettagliati. L’ingresso è completamente gratuito.

Il ricco programma proseguirà giovedì 5 maggio al Salone Gotico del Museo del Duomo, dove, alle 21.15, si terrà un concerto, in collaborazione con il Conservatorio di Musica di Perugia, che presenterà due Quartetti d’archi e, nella seconda parte, vedrà protagonista il Coro femminile della Corale “Marietta Alboni” diretto da Anna Marini, anch’essa docente della “Alighieri-Pascoli”.

Come di consueto, il Concorso Zangarelli avrà come punti di riferimento le aule della scuola “Alighieri-Pascoli” della sede di via Collodi, dove, sempre giovedì 5 maggio, suoneranno i solisti e i piccoli gruppi e, dalle ore 18.30, si terranno le premiazioni delle relative categorie della manifestazione. Le orchestre si esibiranno, invece, sia nel pomeriggio di giovedì 5, sia per tutta la giornata di venerdì 6 maggio nella chiesa della Madonna delle Grazie, che sarà teatro anche delle premiazioni della sezione e del concerto di chiusura affidato alle tre formazioni prime classificate (ore 18,30).

Tra le iniziative collaterali di quest’anno è previsto un omaggio ad Alberto Burri da parte di una scuola milanese, che con un corteo storico in costume e con un particolare allestimento di pannelli dedicati all’artista tifernate sfilerà per le vie del centro fino ad arrivare alla Chiesa della Madonna delle Grazie. Inoltre per tutti i partecipanti al Concorso, grazie ad una convenzione tra la scuola “Alighieri-Pascoli”, il Museo del Duomo, la Fondazione Burri e la Pinacoteca, ci saranno ingressi speciali a tutti i musei cittadini. Gruppi di studenti, nel progetto “guide per un giorno”, accompagnati da insegnanti, accompagneranno, come novelli “ciceroni”, le scolaresche a visitare la città.

Il Concorso offrirà numerose borse di studio grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello e a vari sponsor che, con il loro contributo, hanno voluto dar rilievo all’importanza della manifestazione e al suo valore artistico, culturale e didattico.