fbpx
Torna a Citerna "E se le donne"

Citerna, presentazione “E se le donne”

Citerna – “E se le donne”, la rassegna promossa dal Comune di Citerna, festeggia la sua quarta edizione con un programma che esce dai confini geografici del Comune in cui nacque 4 anni fa, abbracciando anche il territorio tifernate e quello di Montone. “Due saranno gli eventi “Off” che si svolgeranno in primavera – ha spiegato ieri mattina nella conferenza stampa di presentazione del programma il direttore artistico Eleonora Baldelli – che riguarderanno l’ambito storico artistico, calandosi in due realtà di particolarità valore: l’Abbazia di Badia Petroia e il Monastero di Sant’Agnese a Montone”.

A Badia Petroia, nel comune tifernate, l’appuntamento è il 21 marzo dalle 19.30: le sale dell’Abbazia romanica si apriranno per una conviviale suggestiva alla scoperta delle vicende storiche e costruttive del complesso che saranno illustrate dall’ingegner Valentina Anselmi r dall’ingegner Giovanni Cangi. Il Monastero delle clarisse di Sant’Agnese a Montone sarà la sede del secondo appuntamento, organizzato dall’ingegner Chiara Montagnini, in calendario il 19 aprile dalle 18. Qui la professoressa Giovanna Casagrande dell’Università degli Studi di Perugia delinerà lo sviluppo delle Clarisse in Umbria nel XIII e XIV secolo, l’ingegner Cangi, presidente dall’associazione StoricaMente A.R.I.eS. Accompagnerà i visitatori nel complesso di Santa Chiara delle Murate alla Scatorbia di Città di Castekki e l’archivistà Vittorio Angeletti racconterà alcune curiosità accadute nel monastero di Montone.

L’evento si concluderà con la testimonianza di suor Damiana, clarissa del Monastero che ha da poco festeggiato 20 anni di vita di clausura. “La rassegna – conclude Baldelli – proseguirà poi a Citerna con altri eventi in programma durante l’estate e l’autunno, legati all’ambito artistico con spettacoli ed eventi musicali”.