Al Museo Rometti la presentazione del romanzo illustrato “Microsolchi dell’arte, viaggio a cavallo dei secoli XV e XVI attraverso l’opera di Giuliano Presciutti”

UMBERTIDE – Venerdì 20 dicembre, alle ore 18, presso il Museo Rometti, verrà presentato il libro di Massimo Presciutti “Microsolchi dell’arte, viaggio a cavallo dei secoli XV e XVI attraverso l’opera di Giuliano Presciutti”.

Si tratta di un romanzo illustrato di un viaggio dove natura e cultura, arte e scienza, musica e scrittura diventano strumenti utili alla scoperta di sé, delle proprie origini e delle bellezze del mondo.
Una storia immaginata e reale al contempo, tra Umbria e Marche, fatta di tanti “microsolchi” che partono dal mare, valicano l’Appennino e offrono storie, opere d’arte, paesaggi e pensieri. Attraverso la personale riscoperta di un probabile antenato pittore,

Giuliano Presciutti, contemporaneo e conterraneo di Raffaello attivo in Umbria e nella Marche tra il ‘400 e il ‘500, l’autore affronta questioni di largo respiro, dove riflette sulla sua idea di mondo e di società. Il viaggio che l’autore compie sulle tracce dell’artista, da Pesaro a Gubbio, da Umbertide a Roma, corredato da numerosissime vignette ed illustrazioni, è un modo per riflettere sui cambiamenti avvenuti nel mondo della Storia dell’arte e della Storia tout court, da qualsiasi prospettiva la si voglia osservare.
Massimo Presciutti (Gubbio, 1951) vive a Firenze dal 1966. Illustratore, scrittore e musicista realizza manifesti, copertine e spot pubblicitari d’animazione, dirige un laboratorio di musica, pubblica libri e libretti umoristici. Vignettista satirico, i suoi lavoro sono apparsi su “Ca Balà”, “Il Male”, “L’Espresso”, “Repubblica”. L’autore dialogherà con il responsabile del Museo Rometti, David Menghini.