«A duecento anni dalla morte di monsignor Roberto Costaguti»: al via una serie di eventi

SANSEPOLCRO – «A duecento anni dalla morte di monsignor Roberto Costaguti, frate servo di Maria e vescovo di Sansepolcro» è il titolo dell’evento che si terrà venerdì 16 novembre alla biblioteca comunale «Dionisio Roberti». La giornata di studi è organizzata dall’istituto storico dell’ordine dei servi di Maria in collaborazione con l’archivio storico Diocesano di Sansepolcro con il patrocinio del Comune. Il programma prevede alle 9,30 i saluti delle autorità, poi il primo ciclo dal titolo «Roberto Costaguti, frate Servo di Maria» con gli interventi di Piergiorgio M. Di Domenico che parlerà sull’«Ordine dei Servi di Maria nel Settecento e primo Ottocento» e poi Franco M. Azzalli su «Fra Roberto Costaguti frate e oratore». Alle 11, 15 la pausa: a seguire la seconda parte dell’evento dal titolo «Roberto Costaguti, rettore dell’Università di Malta» con Roger Ellul-Micallef che relazionerà su «Fra Roberto Costaguti, fondatore e primo rettore dell’Università di Malta» e quindi Juanito Camilleri, con «L’Università di Malta oggi». Nel pomeriggio alle 15,30 prederà il via l’ultima parte con «Roberto Costaguti, vescovo di Sansepolcro». Il primo intervento sarà di Gaetano Greco con «Il bianco e il nero: il momento della scelta. Roberto Costaguti
e l’Assemblea dei vescovi della Toscana» quindi sarà la volta di Franco Cristelli, con «Gli ultimi anni dell’episcopato di Roberto Costaguti». Per finire alle 18 solenne concelebrazione eucaristica in Cattedrale, dove si conserva la tomba di monsignor Roberto Costaguti.