Si fingono clienti di un supermercato, ma rubano superalcolici: nei guai due ventenni

SAN GIUSTINO – Si sono finti clienti di un supermercato, ma hanno rubato numerose bottiglie di superalcolici. A finire nei guai due ventenni, entrambi residenti in Altotevere, bloccati dai carabinieri di San Giustino: per uno sono scattate le manette con l’accusa di furto aggravato, mentre per l’altro c’è stata solamente la denuncia. I militari sono stati chiamati dal personale dell’esercizio che aveva notato lo strano comportamento dei due giovani che giravano nel supermarket. All’uscita, i carabinieri (coordinati dal luogotenente Vincenzo Viscito e dal capitano Alfredo Cangiano, nella foto) li hanno fermati: i ventenni hanno subito riconsegnato la merce ai proprietari. Ma sono scattati i controlli, nei quali i militari hanno scoperto che uno dei due è già ben conosciuto alle forze dell’ordine. Nonostante la giovane età infatti è stato più volte denunciato ed arrestato per reati vari, in particolare contro il patrimonio. Circa un anno fa fu tratto in arresto dai carabinieri dopo aver commesso alcuni furti notturni in danno di attività commerciali di Umbertide. In quella occasione, sottoposto agli arresti domiciliari, evase dopo appena 10 minuti venendo nuovamente arrestato. Al termine di tutti gli accertamenti, uno dei due ventenni, quello con precedenti, è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato e portato nella sua abitazione per gli arresti domiciliari. Il complice, ancora incensurato, è stato invece denunciato. Nei giorni scorsi, nel tribunale di Perugia, c’è stata l’udienza di convalida, dove il giudice ha convalidato l’arresto, ma non ha ritenuto di dover applicare misure cautelari personali, rilasciandolo libero.