Scoperti gli autori di una rapina ai danni di un centro commerciale

UMBERTIDE – È stato uno dei fatti di cronaca che aveva destato particolare clamore negli ultimi tempi in Umbertide, creando apprensione e allarme nella comunità della cittadina umbra.

In particolare, erano le ore 00.15 circa del 12 dicembre 2018, quando all’interno di un esercizio commerciale di quel centro entrarono due uomini con il volto travisato, di cui uno in possesso di pistola (che a seguito dell’indagine si rivelerà non letale), che intimarono e costrinsero il titolare a consegnare loro l’incasso della giornata pari ad Euro 200 circa.
A seguito dell’allarme inviato al 112 da parte della vittima, intervennero sul posto i Carabinieri di Umbertide e quelli del N.O.R. della Compagnia di Città di Castello che, partendo dai pochi ma fondamentali elementi acquisiti nell’immediatezza, condussero una certosina e laboriosa attività investigativa che conduce ad individuare dapprima il veicolo condotto da un terzo soggetto e utilizzato per la fuga dai due autori della rapina. Importante, sotto questo aspetto, si rivelarono le telecamere presenti nella zona circostante l’esercizio commerciale.

Le successive indagini, condotte sia in modo tradizionale che con particolari modalità tecniche, hanno permesso di individuare i tre autori della rapina in due giovani residenti in Perugia, di cui uno minorenne, e in un altro giovane residente in Umbertide. Fondamentali riscontri emersero soprattutto in seguito alle perquisizioni effettuate presso i domicili degli indagati, in relazione alle quali sono stati sequestrati, rispettivamente a due di loro, particolari elementi di abbigliamento ed al terzo soggetto una pistola ad aria compressa, simile a quella descritta dal denunciante.
La complessa e articolata attività investigativa, condotta dai militari della Stazione Carabinieri di Umbertide e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia tifernate, è stata coordinata dalle due Procure, Ordinaria e dei Minori del Capoluogo Umbro.