Scomparsa di Maria Chiara Ferrazzano, Locchi. «Se ne va un’amica». Il cordoglio anche di Luciano Bacchetta

UMBERTIDE – «Se ne va un ‘amica alla quale sono stato legato anche nella amministrazione comunale quando lei è stata assessore. Sempre sincera, leale e con tanta voglia di vivere. Ha lottato fino all’ultimo per se stessa, i figli, il marito, tutti i familiari e i tantissimi amici. Ora da lassù sorriderà di queste nostre diatribe terrene. Un abbraccio amica mia a te e alla tua famiglia messa alla prova ancora una volta così duramente». La ricorda così Marco Locchi, vertice di Umbertide Partecipa ed ex sindaco.

«Maria Chiara Ferrazzano – ha aggiunto – era nata nel 1972. Laureata in Scienze Politiche, ha lavorato per tanti anni all’interno di una cooperativa sociale. Inizia il suo percorso politico amministrativo nel 2004, quando, in seguito alle elezioni comunali di quell’anno, venne nominata assessore in quota Socialisti Democratici Italiani. Nel 2009, in seguito alla rielezione a sindaco di Giampiero Giulietti, viene riconfermata all’interno dell’esecutivo cittadino in quota Partito Socialista e nominata vicesindaco. Tale carica Ferrazzano la manterrà anche nella giunta guidata da Marco Locchi, dal 2014 a dicembre 2018, quando il Comune di Umbertide venne commissariato. Lascia il marito e due figli. A portarla via dall’affetto dei suoi cari è stato un male incurabile».

Cordoglio e vicinanza alla famiglia alla famiglia per la scomparsa di Maria Chiara Ferrazzano, già vice-sindaco ed assessore del comune di Umbertide, sono state espresse anche dal sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta. “Un dolore immenso per la perdita di una persona cara, un’amica, compagna di partito, appassionata della politica e della sua città. Maria Chiara nel corso della sua attività istituzionale ad Umbertide e nei diversi impegni professionali e sociali metteva sempre entusiasmo e competenza che trasmetteva a tutti noi. Ci mancherà tanto. Cercheremo di portare avanti il suo insegnamento e la sua grande umanità nella convinzione di avere avuto l’onore e la fortuna di conoscerla.”

La notizia della prematura scomparsa di Maria Chiara Ferrazzano ha colpito profondamente anche il consigliere provinciale di Perugia Roberto Bertini che in una nota esprime cordoglio e vicinanza per la perdita di una cara collega.
“In questo tragico momento – sono le parole di Bertini – mi sento vicino alla famiglia di Maria Chiara e a quanti hanno avuto la possibilità di conoscerne e apprezzarne le doti umane, professionali e politiche. Mi legano a lei anni di impegno amministrativo e di militanza nello stesso partito in cui d’ora in poi si sentirà il vuoto che ha lasciato andandosene così presto”.

“Con grande dolore partecipo al cordoglio per la morte di Maria Chiara Ferrazzano ed esprimo affettuosa vicinanza ai suoi familiari. Un destino terribile ci priva di una donna capace e appassionata nell’impegno politico-istituzionale, e di una amica dalle grandi qualità umane”. Così il consigliere regionale Silvano Rometti, capogruppo “Socialisti e riformisti” nell’Assemblea legislativa dell’Umbria sulla scomparsa di Maria Chiara Ferrazzano, già amministratore e vicesindaco di Umbertide tra il 2004 e il 2018.

“Di fronte ad un dolore senza nome, vogliamo esprimere pubblicamente le nostre più profonde condoglianze alla famiglia per la scomparsa di Chiara, che lascia un vuoto nell’intera città, che ben ha rappresentato anche istituzionalmente”. Lo dicono gli esponenti di Umbertide Cambia che si uniscono al dolore. “Per chi, come molti di noi, hanno conosciuto fin da ragazza Chiara e condiviso con Lei un itinerario civile e culturale, diventa ancor più struggente ora ricordare i valori che l’hanno caratterizzata e la bontà d’animo che ha accompagnato tutta la sua attività, privata e sociale. Anche la terribile malattia, affrontata con forza e dignità, ha ancor più rimarcato la sua solidità personale ed umanità, esempio adesso per tutti. Aveva e porta un nome che esprimeva e rappresenta la sua vita. Chiara. Per sempre”.