Rogo di Umbertide, nuovo sopralluogo dei pompieri, chiamati per una alta colonna di fumo

CITTA’ DI CASTELLO – Nuovo sopralluogo dei vigili del fuoco del distaccamento tifernate alla struttura di via Emilia, dove ha perso la vita Saaid Rakrak, la notte di martedì 3 luglio.  I pompieri poco prima delle 13 hanno ricevuto la segnalazione di una lunga colonna di fumo che proveniva dal capannone. Subito si sono diretti a Umbertide, nella zona di via Emilia, dove stanno effettuando ancora tutti i controlli del caso. Nel capannone sono arrivati anche i carabinieri, che hanno aperto ai pompieri l’area sotto sequestro,  e alcuni dei 16 proprietari dell’immobile. I vigili del fuoco sono arrivati con due mezzi e hanno spento un piccolo incendio che aveva interessato l’area già colpita dal rogo. L’opera di bonifica è andata avanti fino alle 16,45.

Il capannone è stato teatro di un  omicidio di cui è accusato Karim Ettermidou, marocchino di 39 anni senza fissa dimora e irregolare, attualmente in carcere.