fbpx

Operazioni antidroga dalle scuole al territorio: sequestri e denunce

CITTÀ DI CASTELLO – Nella giornata di ieri, i Militari della Compagnia Carabinieri di Città di Castello, hanno dato corso ad un’estesa e capillare attività di controllo, finalizzata alla prevenzione ed alla repressione dei reati inerenti gli stupefacenti, intesi quali spaccio ma anche detenzione per uso personale.

Nella mattinata le attività hanno interessato una fascia di età particolarmente vulnerabile, ovverosia quella degli studenti delle scuole superiori. Numerose aliquote di Militari, hanno effettuato approfonditi controlli sugli autobus in arrivo al capolinea di piazza Garibaldi, quindi il controllo si è spostato presso alcuni istituti superiori del capoluogo.
L’attività svolta presso le scuole, durata diverse ore, è servita oltre che a sequestrare una modica quantità di stupefacente nascosto nei bagni di alcuni istituti, soprattutto a richiamare l’attenzione dei giovani studenti sulla gravita di certe condotte anche in relazione alla sempre più frequente presenza di droghe sintetiche molto pericolose, oltre che a ricordare che, ovviamente, non esistono porti franchi nella lotta agli stupefacenti.

Nel pomeriggio, invece, le attività sono state indirizzate verso alcuni soggetti noti ai Carabinieri, uno dei quali, un 46enne del posto, è stato denunciato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, poiché trovato in possesso di diversi grammi di cocaina, sufficienti per il confezionamento di numerose dosi da immettere sul mercato.
L’iniziativa antidroga si inserisce nella costante vigilanza del territorio finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati in genere.

Negli ultimi giorni, attraverso servizi esterni messi in campo in tutto il territorio sono state controllate circa 130 persone e 90 i mezzi; poche le violazioni al codice della strada contestate, tutte attinenti a irregolarità in tema di sicurezza degli utenti della strada, quali sorpassi pericolosi, guida senza revisione e uso delle cinture di sicurezza.
Di rilevanza anche l’attività svolta dai Carabinieri della Stazione di San Giustino che, nel corso di un posto di controllo in orario notturno, hanno fermato un 28enne di Città di Castello, già conosciuto dalla Forze dell’Ordine, il quale incurante delle regole inerenti il Codice della Strada, si era posto alla guida di un autoveicolo senza patente, poiché mai conseguita. Allo stesso peraltro è stata comminata la più grave sanzione prevista in caso di recidiva, essendo lo stesso stato già sanzionato più volte per la medesima violazione.

I militari hanno pertanto sequestrato il mezzo per la successiva confisca ed hanno deferito l’uomo alla Procura della Repubblica di Perugia.
All’operazione hanno contribuito i Carabinieri cinofili con i due cani Batman e Cita.