fbpx

Monterchi: schiavo delle “slot machine”, arrestato dai carabinieri

MONTERCHI – Era da ore che giocava alle “slot machine” di un bar, C.M., operaio rumeno di 38 anni, che al momento della chiusura dell’esercizio pubblico, non si voleva allontanare, costringendo la titolare del bar a chiamare i carabinieri. Giunti sul posto i militari della locale stazione verificavano immediatamente che lo straniero era in evidente stato di alterazione psico fisica dovuta ad eccessive dosi di alcool ingerite durante la permanenza nel bar e allo sconforto per aver perso soldi giocando alle macchinette. All’invito ad allontanarsi il rumeno opponeva strenua resistenza, evidenziando la volontà di permanere all’interno del locale fino al recupero della somma perduta.
A quel punto, all’ennesimo tentativo di allontanamento aggrediva, dando in escandescenze, i militari intervenuti che, per calmarlo, erano costretti a trarlo in arresto per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale. Questa mattina ci sarà la direttissima nel tribunale di Arezzo.