fbpx

Minacciò di morte due Carabinieri: 50enne ai domiciliari

UMBERTIDE- Un 36enne di origine albanese è stato denunciato dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile perché trovato in possesso di sostanza stupefacente. Il ragazzo, controllato nel centro di Umbertide a piedi, a seguito di un accertamento approfondito, è stato trovato in possesso di tre involucri termosaldati contenenti Cocaina. A suo carico quindi, oltre al sequestro dello stupefacente, i Carabinieri hanno proceduto alla denuncia in stato di libertà per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Inoltre i Carabinieri della Stazione di Umbertide, intervenuti per un litigio in famiglia tra madre e figlio, hanno segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti, un 25enne trovato in possesso di alcune piante di marijuana nella sua camera.

Sempre i Carabinieri della Stazione di Umbertide, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Perugia, a carico di un 50enne pluripregiudicato di origini straniere, residente in quel comune.

L’uomo, deve infatti scontare un residuo pena di quattro mesi, in virtù di una condanna inflittagli dal Tribunale di Sorveglianza di Perugia lo scorso giugno, per il reato di violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale. I fatti che hanno determinato la condanna del 50enne risalgono all’anno 2012, quando l’uomo aveva rivolto minacce di morte contro due Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Città di Castello che lo avevano sorpreso alla guida in stato di ebbrezza alcolica. I militari della Stazione di Umbertide, dopo aver espletato le formalità di rito, hanno quindi condotto l’uomo presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare, ove espierà la pena comminatagli.