Minacce a un imprenditore tifernate

UMBERTIDE – «Vi consigliamo, per il vostro bene, di lasciar perdere». E’ la frase che un imprenditore nel campo della ristorazione ha letto in una lettera anonima. La missiva ora è nei tavoli del commissariato di polizia, dove sono in corso le indagini per capire cosa sia accaduto.
I vertici della società, che gestiscono un punto di ristoro a Città di Castello, hanno deciso di espandere la loro attività, puntando gli occhi su Umbertide, tanto che hanno partecipato al bando pubblico per la gestione.
Probabilmente da qua potrebbero nascere le minacce.