Il prete della “terra dei fuochi” arriva in città per la consegna della borsa di studio ‘Acquisti’

SANSEPOLCRO – Sarà Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano che denunciò pubblicamente i veleni della “Terra dei fuochi”, a consegnare la borsa di studio intitolata ad Angiolino Acquisti . Domani, giovedì 4 giugno alle 21 a Palazzo delle Laudi, si svolgerà la cerimonia che vedrà ricevere questo importante riconoscimento a Eugenia Pennacchio. L’evento, patrocinato dal Comune nell’ambito delle giornate dedicate alla trasparenza, è a cura dell’associazione “Angiolino Acquisti”  con il contributo dell’associazione “Cultura della Pace”.  Alla cerimonia sarà presente padre Maurizio Patriciello, parroco di Caivano, in prima fila nella lotta per la tutela ambientale in quella da tempo definita la Terra dei Fuochi. Durante la serata sarà presentato il libro di Giovanni Acquisti “Rime”. “La borsa di studio è dedicata alle tesi che si occupano dei temi della pace e della non violenza – spiega il vicesindaco e assessore alla cultura della pace Andrea Laurenzi – questo ci riempie di orgoglio perché presso la nostra biblioteca saranno disponibili tutte le tesi arrivate per il concorso che sono di grande valore scientifico e che sarà possibile per tutti coloro che lo vogliono consultare direttamente. Preziosa la presenza di Maurizio Patriciello, che è stato uno dei candidati al premio Cultura della Pace e che condividerà con noi la sua storia così come sarà l’occasione per ricordare Giovanni Acquisti,  scomparso recentemente, con il suo libro Rime, per una borsa di studio da lui fortemente voluta e che ora è totalmente finanziata dalla famiglia.”

“E’ la seconda edizione della borsa di studio – aggiunge il presidente dell’associazione Cultura della Pace Leonardo Magnani – sono arrivate 6 tesi specialistiche da tutt’Italia, ha vinto Eugenia Pennacchio con una tesi di laurea magistrale sull’ opposizione pacifista nella Repubblica Democratica Tedesca dagli anni Sessanta alla Caduta del Muro  e il ruolo della Chiesa Evangelica a Berlino Est, presso l’Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di laurea in Storia. La tesi si presenta particolarmente attenta alla tematica nonviolenta, comprendendone e facendo capire al lettore, l’importanza della scelta antimilitarista che diventa, una volta intrapresa, orizzonte definito per il resto della vita. Per la presentazione della tesi abbiamo pensato di avere un testimonial con padre Patriciello parroco di Caivano, la terra dei fuochi. Fu a lui che il pentito camorrista Carmine Schiavone confessò, dopo aver letto il libro Gomorra di Saviano, gli sversamenti di enormi quantità di veleni in quella che venne poi definita la “Terra dei Fuochi”. Dopo averne ricevuto la confessione Padre Patriciello espose sull’altare nella messa domenicale un cesto di frutta con la scritta ‘attenzione non mangiare altamente velenoso’. Abbiamo legato questo testimonial alla tesi che riceverà la borsa di studio anche per sottolineare il ruolo importante avuto dalla Chiesa per la presa di coscienza di alcune tematiche. La tesi, che riceverà una borsa di studio di 1000 euro,  sarà consultabile in biblioteca ma anche scaricabile dal sito dell’associazione Angiolino Acquisti. Giovanni non c’è più ma la presentazione del suo libro Rime con un filmato è un modo per ricordarlo per il suo impegno sociale e culturale”.