Il Covid non ferma i ladri. Nuovo furto alla tabaccheria Allegria di Selci Lama

SAN GIUSTINO – Nuovo furto nella notte, questa volta ad essere presa di mira è stata la tabaccheria Europa, dei fratelli Allegria, a Selci Lama. Un furto che viene dopo quello già perpetrato ad inizio anno, nello stesso esercizio commerciale, del 19 gennaio scorso.

la Tabaccheria dei f.lli Allegria
la Tabaccheria dei f.lli Allegria

“Questa mattina attorno alle 5.00 ho ricevuto la chiamata dei carabinieri – parla uno dei titolari – che mi comunicavano l’avvenuto furto presso la nostra tabaccheria. Lo sconcerto è stato indescrivibile”. Questa volta il bottino dei ladri è stato fortunatamente magro, anche grazie all’intervento di un vicino, che sentito il forte rumore di un’auto che sfondava la porta d’ingresso e lo scattare dell’allarme della tabaccheria, si è messo a gridare costringendo i ladri alla fuga.

Sul posto, gli uomini dell’Arma dei Carabinieri della stazione di San Giustino, guidati dal maresciallo Vincenzo Viscito, e la Polizia di Stato, prontamente intervenuti per constatare il furto e per cercare di arrestare i ladri. Attualmente le indagini sono ancora in corso.

I malviventi, nonostante tutto sono comunque riusciti a portare via una delle slot machine presenti. Tanto il rammarico dei proprietari, vittima del secondo furto in pochi mesi, e per di più in un momento economico difficile per tutti. “Restare aperti – fanno sapere i proprietari – per garantire un servizio primario in questo momento di grossa difficoltà, sia economica che di salute, non ci esula dal dover costatare che i delinquenti non ‘rimangono a casa’ anzi minacciano con le loro azioni di dare il colpo di grazia alle attività in una situazione economica già compromessa.”

“Vorrei ringraziare le nostre forze dell’ordine – concludono i proprietari – i Carabinieri di San Giustino guidati dal maresciallo Vincenzo Viscito, che sono intervenuti subito e che solo per pochi minuti no sono riusciti a cogliere in fragrante i malviventi, e la Polizia di Stato che è intervenuta con una pattuglia per costatare il furto e cercare in maniera congiunta di prendere i malviventi. Dobbiamo andare avanti! Combattere nemici invisibili come il Covid19, e anche quelli non invisibili, che oggi più che mai ci fanno tentennare sul futuro sempre più incerto per la nostra attività”