Si sente male e si accascia: morto operaio in nota azienda di Pistrino

CITERNA – Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo, un 53enne veneto caposquadra di un azienda di Treviso che si trovava all’interno del Prosciuttificio Valtiberino per l’installazione di un macchinario, forse a causa di un malore, avrebbe perso l’equilibrio e sarebbe caduto dall’alto. Questa prima ricostruzione è stata subito dopo smentita, come scritto nell’articolo riportante anche le parole di Cristiano Ludovici, titolare dell’azienda in via della Libertà.

L’uomo, che insieme ai compagni stava andando via dalla struttura dopo aver terminato il proprio lavoro, sarebbe tornato indietro, forse per un ulteriore controllo, quando, improvvisamente si sarebbe accasciato sul terreno. Una versione riportata sia dal legale dell’azienda, e confermata sia da colleghi che da sanitari. E’ escluso che il caldo possa aver influito, visto che la squadra stava lavorando in un locale climatizzato.

Subito sono arrivati i dipendenti della ditta altotiberina, che hanno cercato di praticare un primo soccorso, ma per l’uomo non c’era più nulla da fare. Sul posto, i Carabinieri ed i medici del 118, arrivati subito dopo, hanno potuto constatare soltanto il decesso. Il magistrato di turno, il sostituto procuratore Annamaria Greco, ha disposto comunque che vengano eseguiti tutti gli accertamenti e le indagini del caso.