Danneggiamenti alle auto: tra i fermati anche un pensionato

CITTA’ DI CASTELLO – Non sono solo “ragazzini” gli autori dei numerosi danneggiamenti ai danni di auto in sosta. Tra le otto persone identificate e segnalate dai carabinieri tifernati, infatti, compaiono anche due uomini “di mezza età” ed un pensionato, ultraottantenne, tifernate.

I primi due ragazzi, minorenni, erano stati sorpresi dai militari alcuni giorni fa mentre danneggiavano delle auto parcheggiate ai Frontoni, in via Franchetti (Carabinieri fermano due vandali mentre danneggiano le auto nella zona dei Frontoni). Altri tre giovani, poco più che maggiorenni e i tre uomini, tra cui l’anziano, sono stati fermati in separati momenti, tutti colti in flagranza di reato.

Le indagini sono andate avanti tramite continui appostamenti, ma anche mediante l’utilizzo di apparecchiature tecniche e sono risultate particolarmente laboriose in quanto i reati si stavano estendendo «a macchia di leopardo» in diverse zone del centro storico e dell’immediata periferia.

Eliminata definitivamente l’idea che in città ci sia una gang o una banda: i tre giovani fermati negli ultimi giorni non sembrano sia legati né tra loro né con gli altri due già segnalati. Si sarebbero “divertiti” a danneggiare le auto in sosta nei luoghi più appartati ed isolati, senza un valido motivo.

I giovani, italiani di seconda generazione, sono stati individuati dai carabinieri della stazione tifernate, coordinati dal luogotenente Fabrizio Capalti, a seguito di due episodi particolari. Quello sicuramente più grave avvenuto nella zona del «Centro le Grazie» in via San Girolamo, nel rione di San Giacomo, dove rubarono gli estintori per poi svuotarli lungo la discesa del parcheggio e nel giardino antistante nel largo Amedeo Corsi. (Ancora vandali in centro: ‘beccati’ dalle telecamere. All’opera le forze dell’ordine). L’altro episodio che ha inchiodato i ragazzi è quello che li ha visti protagonisti nei parcheggi nella zona ex Sogema: anche in questo caso gli estintori furono rubati e svuotati nella zona e nel parcheggio.

Gli adulti, invece, sarebbero i responsabili dei danneggiamenti alle auto in sosta in diverse vie e strade della città, sia nel centro storico che nella prima periferia. I due uomini di mezza età, entrambi tifernati, ma estranei tra loro, sono stati fermati dai militari nelle ore notturne mentre spaccavano dei tergicristalli.

Il pensionato, che usciva a tarda ora con la scusa di portare in giro il cane, senza apparente motivo danneggiava le macchine che trovava in sosta. In qualche caso l’anziano era arrivato anche a forzare gli sportelli delle vetture per aprirle.