Cimitero di Verna: persone vanno a controllare le lapidi vandalizzate da alcune scritte

Cimitero di Verna: indignazione per le lapidi imbrattate con delle scritte insensate

UMBERTIDE – Sono 26, per la precisione, le lapidi che sono state oggetto di atto vandalico al cimitero di Verna. Ignoti, infatti, nel tardo pomeriggio di venerdì 3 maggio sarebbero entrati nel camposanto e con un pennarello indelebile di colore rosso avrebbero iniziato ad apporre scritte, su tombe apparentemente scelte a caso, ma tutte nelle prime tre file basse dei tumuli situati sul lato estremo destro della zona vecchia.

“Come mio papà”, “Ciao”, “santo mio padre” e un “Francesco F.”: questo il Cimitero di Verna: foto delle lapidi vandalizzate con scrittecontenuto, che appare insensato, delle scritte realizzate in uno stampatello da scuola elementare, spesso poste dietro fiori o foto. E questa mattina la voce di tale atto vandalico ha iniziato a spargersi tra i parenti dei defunti che subito sono corsi al camposanto a verificare se anche le lapidi dei propri cari fossero state imbrattate.

Al cimitero di Verna, questa mattina, sono arrivati anche i vigili urbani ed i carabinieri di Umbertide che stanno ad ora indirizzando le proprie Cimitero di Verna: foto delle lapidi vandalizzate con scritteindagini, da quanto emerge, su due donne, probabilmente madre e figlia, residenti a Città di Castello che sarebbero state viste entrare nel cimitero e girovagare proprio attorno a quella fila di lapidi.

“E’ sempre un cimitero abbastanza tranquillo questo. – ci ha rivelato una signora che ha trovato scarabocchiata la lapide del marito – A volte hanno rubato qualche pianta o mazzo di fiori, che è già una cosa che infastidisce molto, ma queste scritte sono decisamente peggio perchè offendono la memoria dei propri cari e perchè servirà intervenire proprio sulla lapide per ripulirle”.