Centro culturale: indagato l’ex sindaco GIulietti e 4 assessori

UMBERTIDE – L’ex sindaco ed ex onorevole Giampiero Giulietti indagato insieme agli ex assessori Simona Bellucci, Stefania Bagnini, Federico Ciarabelli e Maria Cinzia Montanucci. I 4 sono stati iscritti nel registro degli indagati dal sostituto procuratore della Repubblica di Perugia, Gemma Miliani per abuso d’ufficio.
«Casus belli» sarebbe la delibera di giunta in cui viene concesso l’ampliamento del terreno per l’associazione culturale islamica della cittadina: area dove sono iniziati i lavori per la realizzazione del centro culturale.
Il procedimento, che nelle ultime ore ha portato al sequestro e all’acquisizione di alcuni documenti in Comune, è stato innescato da esposti presentati dal consigliere regionale Valerio Mancini. Secondo gli inquirenti le «doglianze evidenziate» dall’esponente della Lega Nord hanno trovato «parziale riscontro»: al centro c’era la delibera di giunta dell’8 febbraio 2013 (documento facilmente rintracciabile nell’archivio del sito internet dell’amministrazione).
Secondo Umbria 24 l’ex sindaco è difeso dall’avvocato Sandro Picchiarelli, Bellucci dal collega Marco Paone, gli altri d’ufficio da Luca Gentili. I carabinieri hanno acquisito i documenti relativi alla fase della gara e all’aggiudicazione dei lotti (con gli atti legati ai pagamenti) più altre carte della pratica edilizia insieme ai documenti della procedura amministrativa utili agli accertamenti di un’indagine che, nell’immediato dal punto di vista politico, promette ulteriori scintille.