Apecchiese: summit dei sindaci lungo la strada

CITTA’ DI CASTELLO_ Un summit per la sicurezza dell’Apecchiese. All’appello lanciato dal sindaco tifernate Luciano Bacchetta e dal «collega» di Apecchio, Vittorio Nicolucci, hanno risposto anche il sindaco di Piobbico Giorgio Mochi e di Acqualagna Andrea Pierotti: sabato alle 10.30 tutti si ritroveranno nel punto di confine tra la provincia di Perugia e quella di Pesaro, insieme alle rappresentanze regionali e provinciali. «Questa manifestazione – ha spiegato il primo cittadino tifernate – è finalizzata a puntare l’attenzione su questa arteria, molto provata dall’andamento climatico invernale e molto frequentata a causa dei crescenti rapporti economici e sociali, che intercorrono tra i due versanti dell’Appennino: lo spostamento delle merci, la mobilità sanitaria e scolastica, i flussi delle persone sono motivi più che sufficienti a giustificare da un lato la preoccupazione delle istituzioni e dall’altro una risposta non parziale e tempestiva». Per i primi cittadini umbri e marchigiani, infatti, c’è bisogno di un intervento urgente e risolutivo per mettere la carreggiata in condizioni di efficienza, garantendo l’intenso traffico che si prepara a sostenere nei mesi estivi. «In secondo luogo – ha concluso Bacchetta – la mobilitazione di Comuni, Province e Regione mira ad un ripristino delle condizioni generali dell’asfalto e delle pertinenze per restituire a questa antica via di collegamento il suo naturale pregio ambientale e paesaggistico, facendone un elemento turistico comune tra Marche ed Umbria. Un’opportunità forse meno cogente ma ugualmente strategica alla crescita delle comunità interessate».