Apecchiese, firmata la convenzione per la messa in sicurezza della strada

PERUGIA – E’ stata firmata in Prefettura una convenzione tra Anas spa, Regione e Provincia per la messa in sicurezza della strada regionale 257 meglio conosciuta come «Apecchiese».
Ieri pomeriggio, lunedì 17 settembre, alla presenza del Prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, è stata sottoscritta una convenzione tra gli enti per la realizzazione degli Interventi urgenti di messa in sicurezza dell’«Apecchiese», attraverso il ripristino e l’adeguamento dei piani viabili.
Il Prefetto, si legge in una nota diramata, ha ringraziato le istituzioni e gli enti intervenuti, per l’impegno sinergico dimostrato, che consente la realizzazione di un’opera, di particolare rilievo nel territorio, che aumenterà il livello di sicurezza stradale. Gli interventi in questione si sono resi urgenti per la necessità di risolvere tempestivamente talune criticità derivanti dall’incremento dei volumi di traffico veicolare, dovuto all’individuazione della 257 come percorso alternativo, a seguito della chiusura al transito, nel Comune di San Giustino, della S.S. 73 bis «Bocca Trabaria», per l’effettuazione di lavori di consolidamento conseguenti ad una frana.

“Il lavoro proficuo e la sinergia fra più enti, grazie al prezioso ed indispensabile raccordo svolto dalla Prefettura di Perugia, ha consentito di giungere in tempi rapidi alla sottoscrizione della convenzione fra A.N.A.S., Regione dell’Umbria e Provincia di Perugia per l’attuazione di interventi urgenti per la messa in sicurezza della S.R. 257 “Apecchiese”, passaggio necessario per dare il via quanto prima all’inizio dei lavori. La strada “Apecchiese”, oltre che essere attualmente, a causa della impraticabilità della della S.S. 3Bis di “Bocca Trabaria”, interessata da lavori di consolidamento e bonifica a seguito di una frana, unica via di collegamento dell’altotevere con il versante marchigiano, rappresenta per i tifernati in particolare un punto di riferimento soprattutto nel periodo estivo e non solo verso il mare Adriatico ed entroterra marchigiano”.

E’ quanto dichiarato dal sindaco, Luciano Bacchetta, che ha partecipato assieme al sindaco di San Giustino, Paolo Fratini alla firma della convenzione per l’attuazione di interventi urgenti per la messa in sicurezza della S.R. 257 “Apecchiese”, innanzi al Prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, al capo compartimento Anas (Toscana-Umbria-Marche), Raffaele Celia, all’assessore ai Trasporti e Viabilità della Regione Umbria, Giuseppe Chianella e alla consigliera provinciale delegata alla viabilità, Erika Borghesi. L’intervento per complessivi 536 mila euro, finanziato con 236 mila euro dalla Regione e con 300 mila euro dall’Anas, consentirà alla Provincia di Perugia, ente gestore del tratto umbro, di svolgere in tempi brevi le attività necessarie al ripristino ed adeguamento del piano viabile ulteriormente compromesso dal forte aumento dei volumi di traffico in quanto, la S.R. 257, costituisce percorso alternativo alla S.S. 3bis di “Bocca Trabaria”, chiusa al traffico veicolare per lavori di consolidamento di un costone franato.

Il sindaco Luciano Bacchetta, a margine della firma della convenzione ha ringraziato tutti coloro che a vario titolo, associazioni, gruppi politici e cittadini hanno contribuito a tenere sempre alta l’attenzione su una questione importante e particolarmente sentita da tutta la cittadinanza e utenza che si trova, per diverse esigenze a transitare per quella strada. “Un ringraziamento sentito – ha concluso Bacchetta – all’onorevole Laura Agea, europarlamentare, che ha dimostrato fin dal primo momento una fattiva collaborazione adoperandosi per consentire, per quello di propria competenza, un rapido ed efficace raccordo fra gli enti interessati. Grazie infine al funzionario della Prefettura di Perugia, Ivo Fucelli, che fin dal primo momento in cui si è evidenziata la necessità ed urgenza di interventi per la S.R. 257 “Apecchiese”, ha seguito con scrupolo, professionalità e vicinanza ai territori e alle comunità locali, tutte le fasi operative e procedurali della vicenda”.

Di interesse strategico per più territori ha parlato il Prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia nel plaudire “la sensibilità e disponibilità dimostrata dai diversi soggetti istituzionali interessati dalla messa in sicurezza ed adeguamento della S.R. 257 Apecchiese”.

“C’e’ stato un continuo confronto anche con la regione Marche – ha precisato l’assessore alla viabilità e trasporti della regione Umbria, Giuseppe Chianella – per cercare di rendere più omogeneo possibile un intervento che riguarda il tratto umbro-marchigiano di una strada che adesso, a causa della momentanea impraticabilità della S.S. 3bis di Bocca Trabaria, rappresenta un collegamento principale verso le marche stesse”.

Anche l’ingegner Raffaele Celia, capo compartimento Anas (Toscana-Umbria-Marche), ha sottolineato “la sinergia istituzionale che si è attivata, sotto la regia della Prefettura di Perugia, per giungere in tempi rapidi alla firma della convenzione necessaria ora per attivare l’iter di avvio dei lavori”. La consigliera provinciale con delega alla viabilità, Erika Borghesi ha ringraziato la Prefettura e gli altri enti interessati alla firma della convenzione e i comuni che “hanno raccolto le diverse e giuste istanze che provenivano dai loro territori e le hanno trasmesse ai livelli regionali, provinciali e nazionali, “un gioco di squadra che darà i suoi frutti finali ora che dovremo dare il via alla fase di realizzazione dell’importante intervento strutturale e finanziario”. La S.R. “Apecchiese” è una strada di collegamento interregionale di circa 52 chilometri che da Città di Castello conduce fino ad Acqualagna, passando per Apecchio e Piobbico. I 20 chilometri sul versante umbro e in particolare sul territorio di Città di Castello sono di competenza regionale ma con gestione provinciale.