Aggredisce poliziotti e devasta pronto soccorso: arrestato un trentenne

CITTA’ DI CASTELLO_ Ubriaco è stato soccorso dagli agenti, ma li ha picchiati dopo aver devastato il Pronto soccorso. E’ stato arrestato un ucraino di 30 anni, un ex militare arrivato in maniera irregolare da qualche giorno in Italia. Il tutto è accaduto nella notte fra giovedì e venerdì, quando alla centrale di polizia è arrivata la chiamata di una donna che, allarmata, segnalava la presenza di un uomo disteso e privo di sensi in un appezzamento a poche centinaia di metri da casa sua. Sul posto è immediatamente arrivata una volante, che ha trovato il giovane che, completamente ubriaco, si era assopito. Subito hanno contattato l’ospedale, e un equipaggio del 118 ha raggiunto la località nella prima periferia tifernate. Dopo averlo svegliato, i sanitari hanno trasportato lo straniero in ospedale. Qui, una volta ripresi i sensi, ha dato in escandescenza, mettendo a soqquadro l’intero Pronto soccorso, minacciando e urlando contro i medici e gli infermieri. Dopo averlo calmato, gli agenti lo hanno portato in commissariato per le formalità di rito. Ma l’ex militare, si è agitato nuovamente e, durante i controlli, ha aggredito due agenti. Subito lo straniero è stato immobilizzato dagli altri poliziotti presenti, che lo hanno arrestato. Ieri mattina c’è stata anche l’udienza di convalida nel tribunale penale di Perugia. Il magistrato, dopo aver ascoltato le testimonianze degli agenti, ha convalidato l’arresto, però ha rilasciato lo straniero, in attesa del processo che si svolgerà nei prossimi giorni.