fbpx

‘Umbria Coast To Coast – Popy on the Road’ Secondi e Bassini: “doverosa adesione alla sensibilizzazione sui diritti dei bambini e dei ragazzi diversamente abili”

CITTÀ DI CASTELLO – “Sui diritti dei nostri concittadini diversamente abili siamo quotidianamente in prima linea ed era quindi doverosa la condivisione delle finalità del progetto ‘Umbria Coast To Coast – Popy on the Road’, insieme alla vicinanza e all’incoraggiamento ai protagonisti di questa iniziativa, che ha il merito di richiamare l’attenzione delle istituzioni e delle comunità regionali sulle difficoltà quotidiane dei bambini e dei ragazzi disabili”.

Questo è il commento del vice sindaco Luca Secondi e dell’assessore alle Politiche Sociali Luciana Bassini alla sottoscrizione della dichiarazione di intenti consegnata ieri dai ciclisti guidati da Giorgio Massoli, che attraverso nove tappe sta portando in tour nelle principali realtà dell’Umbria un messaggio di sensibilizzazione sul mondo della disabilità in nome della figlia Caterina, chiamata affettuosamente Popy. Insieme agli amministratori, ad accogliere la comitiva nel centro storico tifernate c’era anche la dirigente scolastica dell’istituto di Istruzione Superiore Patrizi Baldelli Cavallotti, Marta Boriosi, che insieme a docenti e studenti ha raccolto l’appello dei promotori dell’iniziativa, ai quali è stato offerto presso la sede del Cavallotti un pranzo al sacco preparato proprio dagli allievi con disabilità del corso di ristorazione.

“Ci siamo confrontati con piacere sulla gestione degli interventi a sostegno della disabilità nel nostro territorio e nella Zona Sociale 1 dell’Alta Valle del Tevere, di cui Città di Castello è capofila, illustrando un approccio complessivo all’assistenza, all’integrazione e alla valorizzazione delle persone sul quale siamo molto impegnati insieme al mondo della cooperazione e del volontariato sociale”, sottolinea l’assessore Bassini, nel rimarcare insieme al vice sindaco Secondi come il progetto “Umbria Coast To Coast – Popy on the Road” abbia anche “l’interessante finalità di promuovere le bellezze naturali e paesaggistiche dell’Umbria, incentivando una mobilità rispettosa dell’ambiente attraverso l’utilizzo delle e-bike, con cui la comitiva ha raggiunto anche Città di Castello”.

“Un grazie sentito all’Istituto Patrizi Baldelli Cavallotti – concludono Secondi e Bassini – che lavora con grande attenzione e risultati davvero ammirevoli sul tema della disabilità, offrendo opportunità di studio ed esperienze professionali di fondamentale importanza per l’inclusione sociale dei propri studenti”.