Umbertide: Caritas e Comune da dieci anni insieme per il Centro Jerry Masslo, al via tre serate riflettere sull’accoglienza

UMBERTIDE – Da dieci anni la Caritas diocesana si prende carico dell’accoglienza temporanea di persone in stato di disagio o povertà nel Centro di proprietà comunale Jerry Masslo di via Spoletini. Nata nei primi anni Novanta per rispondere alla necessità del territorio di accogliere immigrati giunti sul posto per svolgere lavori agricoli stagionali ma privi di un’abitazione, nel gennaio 2005 il Comune affidò alla Caritas la gestione della struttura che negli ultimi anni, a causa anche della crisi economica, apre sempre più le porte non solo a stranieri ma anche a persone di nazionalità italiana in difficoltà. A dieci anni di distanza dall’avvio di questa proficua collaborazione, la Caritas diocesana di Gubbio, la Caritas zonale di Umbertide e il Comune hanno promosso l’iniziativa “Centro Jerry Masslo, 10 anni insieme…a scuola di accoglienza”, che propone tre serate culturali per riflettere e discutere insieme sul tema dell’accoglienza e dell’ospitalità. Si comincia venerdì 16 ottobre alle 21 al cinema Metropolis con la proiezione del film “Là-bas. Educazione criminale” di Guido Lombardi che racconta la storia di un immigrato africano che, giunto nel Napoletano con l’illusione di costruirsi una nuova vita attraverso un lavoro onesto, si ritrova coinvolto nello spaccio di droga. In sala sarà presente anche Margherita Bambara, originaria del Burkina Faso, delegata della comunità burkinabè di Roma e dell’Italia meridionale, da anni impegnata a sostenere gli immigrati della Campania. La pellicola verrà proposta in mattinata anche agli studenti delle scuole superiori mentre per gli alunni delle primarie verrà proiettato il film d’animazione “Ernest & Celestine”.
Venerdì 23 ottobre invece, sempre alle 21, al centro parrocchiale di Cristo Risorto si terrà l’incontro con l’associazione “Jerry Masslo” di Casal di Principe, che prende il nome, così come il centro di accoglienza umbertidese, dall’immigrato sudafricano ucciso in Campania nell’agosto del 1989 da quattro individui che volevano derubarlo del denaro guadagnato con il duro lavoro estivo, sfruttato e sottopagato. Durante la serata lo scrittore e regista Salvatore Nappa presenterà la sua opera “Aldilà del mare”, raccolta di poesie dedicate al dramma degli immigrati, e verranno esposti i prodotti della cooperativa sociale “Altri orizzonti” che opera presso una struttura di Castelvolturno confiscata alla camorra. Ultimo appuntamento venerdì 30 ottobre presso la Biblioteca comunale dove alle 21 si terrà l’iniziativa, promossa in collaborazione con la libreria Liberpucci, “Ospitalità e religione”, lettura di brani tratti dalle tradizioni classica, ebraico-cristiana e musulmana, accompagnati dalla chitarra del maestro Ciro Carbone. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.