Umbertide, 16 mila euro per la creazione di nuove imprese e l’assunzione di lavoratori

UMBERTIDE – Bandi per la nascita di nuove imprese e l’assunzione di lavoratori,
dal Comune contributi per 16 mila euro. L’assessore alle attività produttive Raffaela Violini esprime soddisfazione per il fatto che, nonostante i pesanti tagli alla finanza locale il Comune, anche per l’anno 2015, ha reperito risorse da destinare all’economia locale, approvando i due bandi per il sostegno alle imprese del territorio. Sono stati stanziati complessivamente 16 mila euro: otto mila euro per ciascun bando. Il bando per le agevolazioni finanziarie per la nascita di nuove imprese e lo sviluppo di imprese esistenti nel territorio comunale è indirizzato ai settori dell’artigianato, del commercio, dei servizi e del turismo per le imprese iscritte alla Camera di commercio. Come lo scorso anno, per venire incontro alle necessità delle imprese in un periodo di grave crisi come quello attuale, si è deciso di confermare l’assegnazione del contributo a tutte le aziende (sia nuove che esistenti) che faranno domanda anche soltanto per liquidità, scorte ed altre spese di gestione (che in passato era riservato soltanto alle nuove imprese) ed il contributo massimo assegnabile per tutti potrà essere pari al 3% quale abbattimento del tasso praticato. Le domande possono essere presentate fino al 30 novembre 2015. Il bando per la stabilizzazione o nuova assunzione di lavoratori o lavoratrici è indirizzato ai settori dell’industria, dell’artigianato, dell’agricoltura, del commercio e dei servizi. La domanda può essere avanzata per la stabilizzazione o la nuova assunzione di lavoratori o lavoratrici aventi età superiore a 32 anni e può essere presentata fino al 15 dicembre 2015.Per informazioni e chiarimenti, nonché per gli schemi di domanda, è possibile rivolgersi all’Ufficio Programmazione del Comune di Umbertide (tel. 075 9419249) o consultare il sito Internet del Comune di Umbertide (www. comune.umbertide.pg.it) alla sezione Uffici – Programmazione e sviluppo economico.