SP100: depositata la petizione per la messa in sicurezza del “tratto killer”

CITERNA – Continua la lotta dei cittadini per la messa in sicurezza e l’ammodernamento della SP100, nel tratto “killer” del comune citernese tra valtiberina umbra e toscana. La strada è stata nel tempo purtroppo protagonista di tanti, troppi, incidenti anche mortali. Ultimo quello che vide coinvolta l’auto sulla quale viaggiava la giovanissima biturgense Eleonora Polenzani, ultima vittima nel 2018, di un tratto di strada dalla pericolosità oggettiva. Il comitato SP100 sicura ha nei giorni scorsi depositato e protocollato presso la sede legislativa della Regione Umbria proprio la petizione sottoscritta da migliaia di cittadini per la messa in sicurezza della strada.

“In qualità di portavoce del Comitato sp100 sicura – scrive Gianluca Cirignoni in una nota – informo che nei giorni scorsi una delegazione del comitato stesso composta dal sottoscritto e dei signori: Vanessa Olivieri, Moreno Mazzoni, Davide Mazzoni e accompagnata dal Sindaco di Citerna Dott. Enea Paladino e dal signor Omero Romano Tontini in rappresentanza del comitato E45 punto 2 si è recata in Perugia presso la sede dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria ed ha protocollato la Petizione sottoscritta da migliaia di cittadini della Valtiberina Umbra e Toscana per la messa in sicurezza e ammodernamento del tratto killer della strada provinciale 100 tra Pistrino e Fighille.”

“Ricordiamo che questo breve tratto di circa tre chilometri è il più pericoloso e mortifero della valtiberina Umbra e Toscana dove nel corso degli anni si sono verificati decine di incidenti stradali che hanno fatto registrare dieci morti decine di feriti gravi e ingentissimi danni. – Continua la nota – L’ultima vittima nel 2018, la giovanissima Eleonora Polenzani di Sansepolcro alla cui famiglia va uno speciale nostro ringraziamento per il grande contributo dato nella raccolta delle sottoscrizioni alla nostra petizione. Ricordiamo che la petizione ufficialmente depositata inizia l’iter stabilito dalla legge regionale 14/2010 per il quale dovrà essere visionata trattata e discussa in Assemblea Legislativa dell’Umbria fino ad arrivare alla Giunta regionale; auspichiamo pertanto che tutte le forze politiche i consiglieri regionali e la giunta vogliano ascoltare la richiesta di migliaia di cittadini della valtiberina costretti da troppo tempo a percorrere strade deteriorate pericolose e lasciate senza manutenzione come la SP100. Informiamo inoltre che, nei prossimi giorni, depositeremo copia della petizione presso il comune di Citerna, la provincia di Perugia diretta responsabile della manutenzione e progettazione e la prefettura di Perugia. Una prima fase della nostra battaglia si è conclusa ma il nostro impegno continua.