fbpx

Il sindaco Locchi e l’assessore Leonardi: “La sicurezza resta una delle priorità dell’amministrazione”

UMBERTIDE- Il sindaco Marco Locchi e l’assessore alla polizia municipale Paolo Leonardi hanno fatto il punto della situazione su un argomento “che sta molto a cuore alla cittadinanza”, come hanno detto: quello della sicurezza. Al riguardo è stato ricordato che già dall’anno scorso, con il “Progetto sicurezza”, sono stati installati in vari punti della città e del territorio moderni sistemi di videosoveglianza per controllare costantemente il traffico veicolare e pedonale.

videosorveglianza
Entro quest’anno, o al massimo nei primi mesi del prossimo, verranno installate altre videocamere di sorveglianza in altri punti strategici del territorio comunale, mentre la polizia mucipale ha aumentato i pattugliamenti di controllo nel tardo pomeriggio.
Dal 1 novembre è aumentato il servizio di vigilanza notturna del territorio attraverso l’estensione del servizio realizzato dagli istituti di vigilanza privata.
“Il servizio, già presente presso alcuni siti pubblici sensibili quali farmacie, parchi e giardini pubblici, uffici comunali, è stato allargato anche alle zone dove sono stati accertati elementi di insicurezza e danneggiamenti al patrimonio cittadino – hanno aggiunto – Con il nuovo servizio vengono messe sotto controllo le principali vie di accesso ad Umbertide e in particolar modo l’area di via della Draga e piazza della Fornace (zona ex fornace) dove si sono verificati fenomeni di degrado e pericoli per il patrimonio pubblico, come segnalato dai cittadini e accertato dalle forze di polizia. Questo servizio si svolge dalle 22  alle 5 di ogni giorno e consente agli operatori degli istituti di vigilanza di verificare lo stato dei luoghi e avvertire in tempo reale i carabinieri e la polizia in caso di accertamento di pericoli per i cittadini e per il patrimonio comunale”.
Sempre sul fronte sicurezza, il 25 ottobre scorso il sindaco Marco Locchi ha partecipato a Perugia alla riunione del Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico convocata dal Prefetto, alla presenza dei responsabile di tutte le forze dell’ordine del territorio. Nel corso dell’incontro il sindaco ha rappresentato la situzione che si è creata al quartiere ex Fornace, descrivendo gli interventi già effettuati dall’amministrazione comunale e ringraziando tutte le forze dell’ordine e la polizia municipale per la loro costante presenza a garanzia della sicurezza e della legalità in quella zona.
Alla fine il Prefetto ha chiesto a Locchi ulteriori informazioni in merito al liquidatore della struttura in modo da poter intervenire direttamente per far mettere l’intero quartiere in sicurezza. Questi interventi sono tutti molto importanti, ma è chiaro che si sta lavorando anche per trovare una soluzione definitiva al problema. Per questo il sindaco è in contatto dall’inizio dell’anno con alcuni soggetti privati e studi professionali che sono interessati a rilevare l’intero complesso edilizio.
“Tutto questo va nella direzione di dare maggiore sicurezza ai cittadini nel territorio comunale – hanno detto ancora –  sicurezza che rimane uno degli obbiettivi prioritari dell’amministrazione comunale.In un contesto di sicurezza complessiva, l’amministrazione è intervenuta anche rifacendo la segnaletica orizzontale e verticale e installando segnali luminosi in punti pericolosi del territorio comunale. In particolare, è stata completata l’installazione della segnaletica per evidenziare la presenza dell’incrocio tra via Cortonese e via dell’Industria e sono stati installati segnali luminosi in via dell’Industria e nei pressi del Cva su via Cortonese – direzione Bonsciano. A tale segnaletica luminosa è stato aggiunto un ulteriore cartello non luminoso in quanto prossimo alle abitazioni con il quale è stato indicato il pericolo dell’incrocio e di conseguenza la necessità di moderare la velocità per chi, proveniente dal centro di Calzolaro, si dirige in direzione di Umbertide.

calzolaro

Questo intervento è stato realizzato per migliorare la sicurezza dell’intersezione tra via dell’Industria, via Cortonese e via Col d’Isacco presso la quale si sono verificati vari sinistri dovuti all’omesso rispetto delle prescrizioni della segnaletica e alla velocità non commisurata alle condizioni di luogo e alla presenza del centro abitato.Tutta la segnaletica luminosa viene alimentata mediante pannelli fotovoltaici che oltre a garantire un evidente risparmio energetico garantiscono il rispetto per l’ambiente attraverso l’impiego di fonti energetiche rinnovabili. A questi interventi già effettuati ne verranno aggiunti presto altri per rendere sempre più sicura la circolazione nelle vie cittadine”.