Scuola Bufalini: con il Sistema Duale dalle medie direttamente alla Formazione professionale

CITTA’ DI CASTELLO – I ragazzi che dopo la terza media hanno la volontà di imparare un mestiere e di inserirsi gradualmente e con competenza nel mondo del lavoro oggi hanno una scelta, il Sistema Duale che grazie alla modifica Regionale della legge 30 del 2013, oggi permette l’iscrizione alla Formazione Professionale finalmente svincolata dall’accesso al primo anno obbligatorio di scuola superiore.

«La nostra offerta – spiega il direttore Marco Menichetti – è rivolta a tutti quei ragazzi che immaginano di spendere il proprio futuro nei settori della cucina, della meccanica, dell’acconciatura e dell’estetica. Offriamo percorsi che fanno ottenere una qualifica professionale triennale in maniera totalmente gratuita grazie al finanziamento della Regione con un rapporto stretto con il mondo del lavoro, da dove provengono i nostri docenti e dove gli allievi effettueranno dei lunghi periodi di stage. Da questo anno, inoltre, è possibile l’iscrizione tramite il sito del Miur, così come per tutte le altre scuole superiori».

La disoccupazione fra gli ex studenti del centro professionale è molto bassa: si attesta attorno al 15%, con un picco di occupazione del 92% fra i qualificati del corso di Ristorazione. Dal 2003 ad oggi i corsi di Meccanica hanno formato 157 lavoratori qualificati, dei quali l’83,33% ha trovato lavoro, con una media dell’82% nei settori di riferimento. Analogamente, i corsi di Ristorazione attivati hanno inserito al meglio nel mondo del lavoro il 79% dei partecipanti qualificati. Il corso da Acconciatori non è da meno e, nonostante la recente attivazione, di 119 qualificati ben l’83% ha trovato lavoro, con circa il 61% di occupati nel settore attinente alla propria formazione. Ottimi inoltre i risultati sul progetto CRE.S.C.O., dove sono state erogate quasi 300 ore di formazione con 10 assunzioni, 15 tirocini attivati e oltre 20 allievi formati.

Una formazione che può dare un’opportunità di vita per quei giovani che sono vogliosi di imparare un mestiere in modo serio e professionale. E’ il caso di Enzo Neri, studente di un corso per adulti che oggi, dopo varie esperienze all’estero, è diventato uno Chef di altissimo livello riconosciuto in Italia e nel mondo, titolare di un ristorante in Georgia. E’ Il caso di Ardit, arrivato giovanissimo in Italia, ospitato in una comunità per minorenni a Città di Castello che oggi, dopo aver conseguito la qualifica professionale alla Bufalini, lavora nel ristorante dello Chef Paolo Teverini a Bagno di Romagna dove sta costruendosi un futuro. E’ il caso di Ahmed che, inserito nel programma Sprar ad Arezzo, ha voluto iscriversi fortemente alla Bufalini ed oggi è uno dei migliori allievi del corso di meccanica. Da minorenne ha deciso di entrare in contatto con la Bufalini tramite i Social spinto dalla volontà di ritagliarsi uno spazio nella formazione ed assicurarsi un futuro lavorativo in Italia. Storie di ragazzi comuni, volenterosi nel cercare di dare una svolta alla propria vita e capaci di capire fin da subito che la formazione professionale può essere la strada giusta per ottenere le basi per costruirsi una vita indipendente.

Oggi la Bufalini è diventata un’ASP (Azienda di Servizi alla Persona) e, al contrario delle altre nel territorio italiano finalizzate soprattutto a scopi assistenziali, risulta essere l’unica con finalità di formazione professionale e di istruzione, oltre ad essere l’unica agenzia formativa di natura pubblica del Centro Italia. Questo permette alla Bufalini di rappresentare una certezza e un punto di riferimento sempre più importante per le aziende del territorio che fanno richiesta quotidianamente di personale qualificato in grado di entrare da subito nel mondo del lavoro.