Sansepolcro, grande successo per gli Scacchi di Luca e Leonardo

SANSEPOLCRO -Successo e grande partecipazione per il Torneo di Scacchi di Luca e Leonardo che si è tenuto in questi giorni a Sansepolcro con il coinvolgimento delle scuole primarie e secondarie di primo grado della Valtiberina Toscana e Altotevere Umbro.

 

I ragazzi hanno partecipato attivamente e in maniera coinvolta a questa attività promossa dal Centro Studi Mario Pancrazi ed inserita dall’amministrazione comunale nel calendario di “Sansepolcro nell’anno di Leonardo”, la rassegna di eventi dedicati al cinquecentenario della morte del genio di Vinci.

“Gli scacchi sono un’attività dal grande potenziale anche didattico, poiché allenano la mente e fanno sviluppare capacità come quella del problem solving – spiega l’assessore all’istruzione Gabriele Marconcini – Assieme alla componente ludica, questo gioco permette di sviluppare un’attitudine alla disciplina e alla pazienza, oltre consapevolizzare il giocatore rispetto alle proprie scelte. Puntare sugli scacchi è importante dal punto di vista formativo, in quanto permette come nessun’altra attività di coniugare divertimento e didattica. Le stesse scuole hanno risposto in modo molto positivo a questa iniziativa, che la nostra amministrazione sarà felice di riproporre in futuro.”
L’assessore rivendica inoltre il ruolo centrale che Sansepolcro ha rivestito nei secoli nell’evoluzione degli scacchi, considerati il trait d’union che lega la genialità di Leonardo con la città della prospettiva e della ragioneria. “Ricordiamo che il nostro illustre concittadino Luca Pacioli, insegnante di Leonardo, è autore del De ludo scachorum, un manoscritto realizzato all’inizio del Cinquecento per Isabella d’Este che costituisce un elemento di forte legame tra i due maestri.”

Immagini