Quattro ragazzi del Campus Da Vinci alla Summer School della Biennale di Venezia

UMBERTIDE – Ancora un prestigioso riconoscimento a livello nazionale per il Campus “Leonardo da Vinci” che è stato ammesso all’ambitissima ed esclusiva Summer School della Biennale di Venezia, XVI Mostra Internazionale di Architettura prevista fino al 25 novembre 2018. Sono solo 25 le scuole italiane ammesse e il Campus è l’unica scuola umbra: ciascuna potrà partecipare con 4 studenti delle classi terze (2 maschi e 2 femmine) e 1 docente per un totale di 100 gli studentii e 25 i docenti che avranno l’eccezionale opportunità di partecipare ad una maratona progettuale, sul modello di un hackathon, interamente dedicata al ruolo dell’architettura, quale strumento chiave per promuovere la crescita e lo sviluppo dei territori interni del Paese. L’iniziativa si svolgerà dal 18 al 20 luglio 2018 a Venezia, negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia, nella magica atmosfera della Biennale che, quest’anno ospiterà 71 famosi architetti da tutto il mondo, 63 padiglioni nazionali ai quali si aggiungono nuove presenze internazionali e un’ infinità di eventi culturali e progetti speciali collaterali. Le studentesse e gli studenti partecipanti saranno posti davanti all’obiettivo di generare soluzioni creative alle principali sfide dell’architettura, partendo dalla conoscenza dei loro territori e delle loro città di appartenenza.
L’Istituto umbertidese sarà rappresentato dagli alunni: Riccardo Rosini, Andrea Caporali, Giulia Gamboni, Agnese Panichi delle classi terze del Liceo Scientifico International Cambridge (individuati per merito e disponibilità alla partecipazione) e dalla professoressa Clarissa Sirci, docente di Disegno Storia dell’Arte, che ha curato, insieme alla preside, l’adesione al Bando emanato dal MIUR per la selezione delle 25 scuole italiane da ammettere alla Summer School.
“E’ un risultato di cui sono molto fiera,non solo perchè avremo l’onore di rappresentare la scuola umbra alla Biennale di Venezia, ma sopratutto per l’ esperienza di alto valore culturale ed esperenziale che potranno vivere le studentesse e gli studenti della nostra scuola insieme alla loro docente. Sono sempre più convinta che la scuola abbia il dovere di offrire le migliori opportunità, le più ambite e sfidanti, ai nostri ragazzi in formazione specie quando queste offrono visioni globali, orizzonti ampi e contaminazioni di idee ed intelligenze” afferma la preside Franca Burzigotti che augura ai ragazzi di vivere intensamente l’ esperienza e ringrazia la professoressa Sirci che condividerà con loro tutte le fasi della Summer School alla Biennale di Venezia per poi elaborare percorsi di ricaduta su altre classi del nostro Istituto interessate al tema.