fbpx

Progetto Voip – costo zero per le comunicazioni tra scuole e comune

SANSEPOLCRO – Creare un canale diretto fra Comune e scuole, abbattendo i costi telefonici a carico dei cittadini. Si sta completando in questi giorni la connessione Voip tra il Comune di Sansepolcro e le scuole.
“La tecnologia è un alleato importante al fianco della pubblica amministrazione – spiega il vicesindaco di Sansepolcro e assessore all’innovazione tecnologica Andrea Laurenzi – si rivela infatti particolarmente preziosa soprattutto per la razionalizzazione dei costi e lo sviluppo dei servizi degli enti locali. In particolare il VoIP rende possibile effettuare una conversazione telefonica a costo zero sfruttando una connessione Internet. Il tutto reso possibile anche dal recente potenziamento tramite l’istallazione della fibra ottica. VoIP e FreeWiFi rappresentano gli ultimi progetti fortemente voluti e messi in campo da questa Amministrazione che, mi preme sottolineare, sono il risultato di una proficua sinergia tra lo spirito di servizio ed abnegazione di alcuni dirigenti e dipendenti comunali. In tempi di tagli e riduzione dei trasferimenti statali il Comune di Sansepolcro  prosegue speditamente su una strada già battuta da tempo: quella dell’innovazione tecnologica e della riduzione dei costi.”
In progetto Voip che si sta ultimando proprio in questi giorni è stato reso possibile grazie alla partecipazione al bando emesso dalla Regione Toscana e prevede il collegamento in IP delle scuole al centralino telefonico comunale. Il risparmio è sul costo delle telefonate a tariffe agevolate per i cellulari e a costo zero per le comunicazioni scuola-scuola o scuola-comune. La realizzazione e progettazione tecnica si deve all’Ufficio Ced del comune che ha coordinato anche gli acquisti e i lavori  minimizzando gli interventi strutturali negli edifici coinvolti, utilizzando dispositivi IP-PBX da affiancare alle linee analogiche tradizionali che sono in grado di convertire il segnale in digitale. Il costo complessivo, che sarà ammortizzato in brevissimo tempo visto lo straordinario abbattimento delle tariffe, è stato di circa 14mila euro, cofinanziato dalla Regione per il 50% tramite un bando e il resto dal Comune.