Prevenzione e contrasto al pericolo di infiltrazioni della criminalità organizzata nell’economia legale: rinnovati i Protocolli di legalità

PERUGIA – Nella mattinata odierna, presso la sede della Prefettura – U.T.G. di Perugia, sono stati rinnovati, tra il Prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, ed i Sindaci dei Comuni di Umbertide, San Giustino, Gubbio, Gualdo Tadino, Citerna, Pietralunga, Montone e Città di Castello in collegamento telematico, i Protocolli di Intesa per la legalità e la prevenzione dei tentativi di infiltrazioni criminali mafiose nell’economia legale, a suo tempo sottoscritti con i predetti Comuni e giunti ormai a scadenza.

Tali Intese si inquadrano nell’ambito delle iniziative assunte dalla Prefettura di Perugia per prevenire i fenomeni di infiltrazione della criminalità organizzata, in questa delicata fase di ripresa economico-sociale, a seguito delle più stringenti misure di contenimento connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.
I Comuni si sono impegnati ad estendere le cautele antimafia per favorire una più efficace attività di controllo e verifica di cui al Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione da parte della Prefettura.

In particolare, è stato sancito l’impegno da parte degli Enti locali interessati a continuare ad inserire, nei propri bandi e contratti, anche sottosoglia, apposite clausole che impongono alle ditte contraenti, ma anche ai subcontraenti o fornitori di tutto il processo di filiera, di comprovare l’iscrizione o la richiesta di iscrizione negli appositi elenchi gestiti dalla Prefettura – U.T.G.
Sono stati  potenziatigli strumenti tesi a verificare la “Tracciabilità dei flussi finanziari”, il monitoraggio susseguente alla stipula dei contratti, il rispetto degli adempimenti degli obblighi retributivi e contributivi, da parte delle imprese aggiudicatarie, nonché l’osservanza delle norme poste a tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori e di quelle poste a contrasto all’immigrazione irregolare.

Inoltre, col Comune di Pietralunga, è stato, altresì, sottoscritto il Protocollo d’Intesa per il Controllo di Vicinato, che nell’ambito della sicurezza partecipata, valorizza l’impegno solidale e proattivo dei cittadini, i quali potranno segnalare situazioni sospette ai c.d. Coordinatori, i quali raccoglieranno e trasferiranno tempestivamente le informazioni alle Forze di Polizia per assicurarne una pronta risposta.
Iniziative che hanno riscosso buoni risultati anche in altri comuni umbri, come sottolineato dal Prefetto Sgaraglia, e che contribuiscono ad alimentare una preziosa collaborazione fra cittadini e Forze dell’Ordine, rafforzando, in ambito urbano, la sicurezza, anche in termini di percezione della stessa da parte della comunità.

Il Prefetto Sgaraglia, nel ringraziare gli Amministratori per l’impegno profuso a presidio della legalità, in questo percorso condiviso di rinnovata sinergia interistituzionale, ha evidenziato l’importanza fondamentale degli accordi sottoscritti.
I Sindaci, nei loro interventi, hanno voluto esprimere l’unanime apprezzamento per i contenuti delle Intese pattizie, evidenziandone gli aspetti di tutela e controllo che vanno ad investire, estensivamente, l’attività amministrativa posta in essere dagli Enti locali.
I Protocolli si inseriscono, infatti, nel solco nelle iniziative promosse dal Ministero dell’Interno a tutela della legalità e della sicurezza, in un’ottica di stretta collaborazione interistituzionale tra Enti locali, Prefetture e Forze dell’Ordine, attraverso un presidio continuativo ed attento, ad amplio raggio, rilevante, soprattutto, nella attuale fase di rilancio dell’economia.