Premio Dionisio Roberti a Sansepolcro: consegnati 57 riconoscimenti agli studenti delle scuole secondarie

SANSEPOLCRO – “Siate leader positivi. Siate cittadini attivi. Non criticate, ma adoperatevi. Voi che sarete classe dirigente del domani, fatevi carico di questa responsabilità nei confronti della nostra comunità. Dovete essere l’esempio, con lealtà. Perseguite il bello, il buono, il vero, il giusto: che questi valori siano sempre nel vostro dna. L’impegno, la promessa che dovete fare tutti assieme è di cercare di costruire ambienti dove sia bello vivere e stare assieme.” Così il sindaco Mauro Cornioli ha reso omaggio ai giovani studenti che sabato 12 ottobre hanno ricevuto il Premio Dionisio Roberti.

All’evento, inserito anche quest’anno nel programma delle iniziative che il Comune dedica a Piero della Francesca nel giorno della sua morte, erano presenti oltre al primo cittadino anche l’assessore all’Istruzione Gabriele Marconcini, il presidente del Consiglio Comunale Lorenzo Moretti e i rappresentanti dei vari gruppi consiliari, assieme ai partner Banca di Anghiari e Stia e Fondazione “Marco Gennaioli” Onlus, le Autorità scolastiche locali e i dipendenti dell’Ufficio scolastico comunale.

Protagonisti della giornata, come sempre, gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio valtiberino che nel precedente anno scolastico hanno concluso i rispettivi percorsi di studi ottenendo il massimo dei voti (9 o 10/10 e 100/100). I premiati per l’a.s. 2018/2019 sono stati in tutto 57 di cui 35 delle scuole medie e 22 delle superiori. L’edizione di quest’anno si è contraddistinta anche per la consegna di un riconoscimento ad honorem al biturgense Daniele Boncompagni, ingegnere aerospaziale per l’azienda SpaceX negli Stati Uniti con un passato in Formula 1 alla scuderia McLaren, che da studente ottenne per ben due volte il premio Dionisio Roberti.