fbpx

Più controlli nelle prossime festività pasquali: riunione in Prefettura del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

PERUGIA – Questa mattina si è svolta, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, con la presenza, oltre che dei vertici provinciali delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco, dell’Assessore Regionale alla Salute e Politiche Sociali, Luca Coletto, del Sindaco di Perugia, Andrea Romizi, del Capo Compartimento ANAS Umbria, Nicola Nibbi, nonché di un rappresentante della Provincia.

In considerazione dell’approssimarsi delle festività pasquali, è stata evidenziata dal Prefetto la necessità di innalzare al massimo il livello di attenzione in merito al rispetto delle misure previste dalle vigenti disposizioni normative, con particolare riferimento a quelle in materia di spostamenti delle persone, di divieto di assembramento e di incontri conviviali privati, soprattutto durante le imminenti festività.
Allo scopo di prevenire e contrastare eventuali violazioni ai suindicati divieti, è stato disposto, dunque, il rafforzamento dei servizi di vigilanza e di controllo del territorio, mediante un dedicato dispositivo di ordine e sicurezza pubblica, a cura di tutte le Forze di Polizia e delle Polizie Locali.
Inoltre, saranno interessati dal Prefetto i Sindaci, affinché pongano in essere mirate iniziative di sensibilizzazione dei cittadini sull’importanza del rispetto delle misure vigenti e dei corretti comportamenti da osservare.

Il Prefetto Sgaraglia ha ringraziato, poi, tutte le Istituzioni e gli Enti coinvolti, nonché le Forze di Polizia per l’instancabile, sinergico impegno profuso nell’ambito dell’emergenza in atto per il contrasto della diffusione del virus covid-19, nonché per attenuarne le conseguenze, sia sotto il profilo sanitario e della salute pubblica, sia sotto quello economico.
Il Prefetto ha, inoltre, sottolineato l’importanza del senso di responsabilità che dovranno dimostrare i cittadini nell’attenersi alle disposizioni durante il periodo festivo, evidenziando come ciascuno, continuando a mantenere comportamenti improntati al rispetto delle disposizioni normative, possa fornire un significativo contributo per contrastare le conseguenze dell’epidemia.
Infine, nel quadro delle iniziative finalizzate al supporto delle categorie in condizioni di maggiore fragilità anche in questa Provincia, sono state evidenziate, con particolare apprezzamento, le iniziative realizzate dall’Arma dei Carabinieri sia con Poste Italiane, per la consegna a domicilio della pensione agli ultrasettantacinquenni, sia con le locali Autorità Sanitarie e le Farmacie per il recupero e l’affidamento alle aziende specializzate di bombole di ossigeno vuote o inutilizzate, per essere poi utilmente reimpiegate.

Esame delle misure per il contrasto di infiltrazioni della criminalità organizzata nelle attività imprenditoriali a seguito dell’emergenza epidemiologica COVID-19

Al termine del Comitato, ha avuto luogo, con la partecipazione dei vertici provinciali delle Forze di Polizia e del Capo Centro Operativo della competente Direzione Investigativa Antimafia, una riunione dedicata al tema della prevenzione e del contrasto del pericolo di tentativi di infiltrazioni mafiose nell’economia legale, in relazione alle conseguenze sul tessuto economico e produttivo della Provincia, determinate dall’emergenza epidemiologica da covid-19.
Nel corso dell’incontro, che fa seguito a quello tenutosi nella giornata di ieri per affrontare analoghe problematiche in materia di usura, è stato unanimemente evidenziato, in considerazione dell’attuale momento di criticità per gli operatori economici, il pericolo di tentativi di infiltrazione mafiosa, che potrebbe essere favorito dalle condizioni sfavorevoli in cui possono trovarsi le imprese.
Pertanto, massimo sarà il livello di attenzione da parte di tutte le Forze di Polizia, attraverso il mirato rafforzamento dei controlli sul territorio, al fine di intercettare tempestivamente eventuali segnali di possibili infiltrazioni della criminalità organizzata.

Al riguardo, il Prefetto ha sottolineato quanto sia importante il coinvolgimento delle Istituzioni locali e delle Associazioni imprenditoriali e di categoria per sviluppare una azione di costante controllo del territorio per consentire – anche attraverso le risultanze delle Forze di Polizia – che la ripresa delle attività economiche avvenga secondo criteri di legalità.

2