Pierantonio: le scuole del paese scendono in campo per il “Progetto Continuità”

UMBERTIDE – Domani, venerdì 24 maggio, alle 17, presso il campo sportivo comunale di Pierantonio, tutte le scuole del paese scenderanno in campo per il “Progetto continuità” insieme ai genitori. Gli alunni dell’infanzia, della primaria e della secondaria di Primo Grado saranno ancora insieme alla scoperta dei giochi di una volta. Tutte le scuole di Pierantonio faranno squadra dando vita a percorsi educativo-didattici di continuità ‘verticale ed orizzontale’.

Alla presenza della dirigente scolastica, Gabriella Bartocci, di tutti i docenti dei tre gradi di scuola, dei tecnici e del presidente dell’Associazione Mòveo, Paolo Arcelli, avremo un “finale col botto” che sarà anche una grande festa della scuola e di popolo; un nuovo percorso all’insegna dell’inclusione, della legalità e della valorizzazione del territorio che ha visto protagonisti tutti gli studenti dai tre ai quattordici anni e che si concluderà nella giornata odierna. Divisi in 9 squadre miste, dopo un’accurata ricerca nel territorio, gli alunni si cimenteranno nelle gare e nei giochi motori della nostra tradizione. La spettacolare manifestazione, come già detto, si terrà presso il campo sportivo di Pierantonio e si concluderà con la premiazione e con un momento conviviale organizzato dai genitori. Che dire? Un esempio di come grandi e piccini possano collaborare e diventare insieme portatori di valori e tradizioni.

Importante sottolineare come tutto quello che è successo si deve al sostegno della fondazioneMoveo, attraverso il suo presidente Paolo Arcelli e quello Onorario Marco Patata, che hanno dato il via per il secondo anno consecutivo al progetto che riguarda l’attività motoria nelle scuole elementari, grazie al quale circa 850 bambini di 42 classi di tutti i plessi di Umbertide (capoluogo, Pierantonio, Verna, Niccone) e Lisciano Niccone hanno potuto svolgere attività fisica in orario scolastico. Mòveo ha garantito organizzazione, risorse umane ed economiche, mettendo a disposizione uno staff di laureati in scienze motorie composto da Elena Cirilli, Nicola Tassi, Tommaso Raye, Leonardo Grilli, Federico Scaia, Luca Tognellini ed Eddy Brachini, tutti coordinati dal professor Marino Fiorucci (stimato docente di Educazione Fisica in quiescenza). Ci ha detto il Presidente della Fondazione Mòveo, Paolo Arcelli, che anche quest’anno ci sono stati risultati eccellenti come risultanza, sia da parte dei ragazzi, che del corpo docente, che la piena soddisfazione degli organizzatori, perché la partecipazione è stata veramente massiccia. “La nostra filosofia di intercettare i giovani e lo sport tramite le scuole si è rivelata vincente. Gli alunni delle scuole primarie del nostro territorio che fanno attività motoria durante tutto l’arco dell’anno (cosa non secondaria, perché in passato abbiamo avuto solo dei percorsi molto limitati nel tempo) è un qualcosa di veramente importante”.