fbpx

Patrocinio Expo per la 49ma Mostra Nazionale del Cavallo

CITTA’ DI CASTELLO -Anche la Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello sarà legata all’Expo 2015 di Milano, l’evento più importante dell’anno in Italia. La manifestazione tifernate guidata dal presidente Fausto Bizzirri ha, infatti, ottenuto il patrocinio gratuito dell’esposizione universale che si svolgerà dal 1° maggio al 31 ottobre. Si tratta di un importante riconoscimento che viene concesso a iniziative di alto profilo culturale, scientifico e umanitario, in attinenza con i valori fondanti del Bureau International des Expositions, i temi e le finalità di Expo Milano 2015. Dunque l’edizione numero 49 della kermesse equina tifernate rientrerà nel prestigioso evento, assieme alle 140 nazioni e organizzazioni internazionali coinvolte e gli oltre 20 milioni di visitatori attesi. La commissione patrocini ha rilevato la rispondenza della rassegna tifernate ad alcuni dei principi fondanti dell’evento, per la sua attività di promozione del turismo e della cultura, per la valorizzazione degli stili di vita, rispetto all’educazione e al patrimonio alimentare e ambientale di un territorio e delle sue declinazioni, e per l’impulso alla pratica sportiva. L’assenso alla concessione del patrocinio gratuito dato dall’amministratore delegato di Expo 2015 Giuseppe Sala rappresenta per l’Associazione Mostra Nazionale del Cavallo un’attestazione della qualità del lavoro rigoroso e serio che viene svolto da anni e un ulteriore stimolo a promuovere una 49ma edizione che sappia migliorare ulteriormente gli eccellenti risultati ottenuti l’anno scorso. Nell’ottica della predisposizione di un programma di qualità, con scelte capaci di cogliere le tendenze più attuali del settore, non solo in Italia, ma soprattutto in Europa, il presidente Bizzirri ha recentemente rappresentato la Mostra Nazionale del Cavallo a Equitana, la più celebre e rinomata fiera internazionale del settore, che dal 14 al 22 marzo a Essen, in Germania, ha registrato oltre 200mila visitatori. Una partecipazione inedita per la kermesse tifernate, che per la prima volta si è affacciata su un palcoscenico continentale di simili dimensioni e ha avuto l’opportunità di allacciare importanti relazioni.