Pallavolo & clown: scatta il binomio vincente

PIEVE SANTO STEFANO – Troppo spesso nello sport giovanile l’attenzione è rivolta al mero risultato sul campo, spesso tralasciando il prerequisito su cui deve basarsi ogni disciplina sportiva giovanile: il divertimento. E qual’è il miglior emblema del divertimento, se non il clown ? Nei giorni scorsi i bambini della «pallavolo Pieve Santo Stefano» ed i clown della «Barabas Clown-Clownterapy» hanno passato un magnifico pomeriggio insieme. In una palestra addobbata a tema natalizio, attraverso giochi a squadre, scherzi, coriandoli, palloncini, balli di gruppo e tanto sano divertimento, due diverse realtà si sono ritrovate per festeggiare insieme l’avvicinarsi del Natale.
«Davvero encomiabile – hanno spiegato gli organizzatori – la missione dei clown, che non sono quelli del circo, bensì quelli che fanno volontariato negli ospedali e nelle case di riposo, di solito impegnati a portare sorrisi ad anziani e a bambini meno fortunati, nel pieno rispetto della “terapia del sorriso” ideata dal medico statunitense Patch Adams. Questa volta però, il sorriso dei clown è stato portato al magnifico gruppo dei piccoli atleti della realtà pallavolostica pievana, visibilmente gioioso ed emozionato! Un evento che deve sensibilizzare l’importanza dell’impegno umano nel volontariato, e sulla necessità che il divertimento e lo star bene ritornino prerequisito fondamentale di ogni ambiente. Grazie ai clown: Chi-chi, Ciufola, Dorotea, Fiore, Flit, Frufrù, Hoplà, Lalla, Lalla, Lunatic, Milla, Milli, Pimpa».

Fotogallery dell’evento (le immagini sono state fornite dalla società)