fbpx

Ottanta candeline per don Paolino Trani: gli auguri della “sua” Selci

SAN GIUSTINO – Avrebbero voluto organizzare una gran festa per il loro parroco, purtroppo, però, le normative antiCovid lo impediscono. Ma l’affetto dei suoi compaesani supera anche le distanze e le limitazioni. Tutta Selci, oggi, festeggia don Paolino Trani per un traguardo importante: 80 anni! Una vita interamente dedicata al prossimo, quella di don Paolino, sacerdote nato a Selci, ma amato e stimato in tutta la diocesi di Città di Castello.

“Un prete di frontiera – lo descrivono i suoi concittadini e compaesani – che fin dall’inizio del suo percorso sacerdotale ha saputo farsi conoscere per il rispetto verso gli altri, soprattutto per i più deboli. Ha sempre aiutato chi ne aveva bisogno e continua ancora a farlo. Ha insegnato il vero significato della parola ‘accoglienza’ e riesce, magistralmente, a farsi amare da tutti: dai bambini, con i quali crea sempre un dialogo e un’amicizia, agli adulti che lo stimano e rispettano, agli anziani”.

Era giovanissimo don Paolino quando ha deciso di seguire la sua vocazione: già alla fine degli anni ’60 era vice parroco a San Domenico, per poi diventare parroco, assieme a don Achille, della parrocchia di Riosecco. Due anni fa il ritorno nella sua amata Selci come parroco. Le amicizie dell’infanzia si sono presto ampliante riuscendo in pochissimo tempo ad entrare nel cuore di tutti”. Importante, ricordiamolo, è stata la figura di don Paolino alla Caritas diocesana tifernate, della quale è stato a lungo direttore, ed è stato anche fondatore del Ceis di Città di Castello.
Con un abbraccio virtuale, ma sinceramente ricco di affetto, tutti i selciarini, tutte le associazioni di Selci e la sua famiglia, si uniscono per fare i migliori auguri al loro parroco.