fbpx

“La Regione dia al settore della grafica di Città di Castello e dell’Altotevere il giusto rilievo”. L’appello del sindaco Luciano Bacchetta nella riunione della seconda commissione dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria

CITTÀ DI CASTELLO  – “Crediamo che la Regione debba porsi il problema di dare il giusto rilievo al settore della grafica di Città di Castello e dell’Alta Valle del Tevere”. E’ quanto ha dichiarato il sindaco Luciano Bacchetta intervenendo all’audizione della seconda commissione dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria che il presidente dell’organo consiliare Valerio Mancini ha convocato stamattina nella sala del consiglio comunale di Città di Castello per un confronto sulle criticità e sulle possibili linee di sviluppo del settore della grafica nel comprensorio altotiberino.

“Abbiamo posto questa esigenza in modo non polemico, ma molto determinato, sottolineando la nostra forte perplessità riguardo ai progetti regionali del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”, spiega il primo cittadino, ringraziando per il contributo al confronto il presidente della commissione Mancini, l’assessore alle Attività Produttive Michele Fioroni e il consigliere Michele Bettarelli, i rappresentanti delle associazioni di categoria e dei sindacati, gli imprenditori del settore e i consiglieri comunali presenti.

“A Città di Castello, in Alta Valle del Tevere, andava individuato un vero e proprio distretto della grafica perché abbiamo tutte le caratteristiche, le potenzialità, le aziende, le risorse umane e tecnologiche per essere la capitale della grafica in Umbria”, ha affermato Bacchetta, sottolineando come “la partecipazione alla riunione di qualificati imprenditori abbia mostrato la vitalità di un settore che, nonostante le difficoltà della pandemia, continua a fare fatturato, a occupare centinaia di persone e ad avere un futuro di importante”.