Gli arnesi della musica teatro degli illuminati città di castello

La formula de “Gli arnesi della musica” conquista il pubblico già dal debutto

CITTÀ DI CASTELLO – Piace la formula de “Gli arnesi della musica”, la manifestazione promossa dal Circolo Culturale Luigi Angelini in collaborazione con il Circolo Tifernate Accademia degli Illuminati e con il supporto del Comune, di Sogepu e del Museo Diocesano. Lo ha confermato il debutto della terza stagione, domenica scorsa al Teatro comunale degli Illuminati, con la presenza davvero numerosa e calorosa di pubblico, che ha premiato la possibilità offerta dalla rassegna di abbinare l’approfondimento della conoscenza degli strumenti protagonisti del concerto all’ascolto di interpreti di alto livello.

Con tecnica e sensibilità interpretativa magistrali i fratelli Fabio e Sandro Gemmiti hanno regalato straordinarie esecuzioni di grandi classici del ‘900, molto applaudite, concedendo anche due richiestissimi bis. Come consuetudine della rassegna, gli spettatori sono stati guidati in un viaggio alla scoperta degli strumenti dal direttore artistico Fabio Battistelli, che insieme ai musicisti ha illustrato la storia, le caratteristiche e le curiosità della fisarmonica e del pianoforte, prima dell’esecuzione del programma intitolato “Variazioni poetiche”. Gli appassionati hanno così potuto assaporare fino in fondo le sonorità degli “arnesi” musicali nei brani di compositori di tutto il mondo, come Piazzolla, Morricone, Jenkins, Layton, Schubert, Villoldo, Moul, Monti, e apprezzarne le particolarità, scoprendo anche aspetti meno noti come il fatto che la fisarmonica sia stata inventata in Umbria.

Dal palco il presidente del Circolo Angelini, Luigi Chieli, ha sottolineato la soddisfazione per l’opportunità di ospitare a Città di Castello due musicisti acclamati in tutto il mondo e ha ringraziato quanti hanno contributo alla riuscita del primo appuntamento in cartellone: dal Comune, con l’assessore Luciana Bassini, a Sogepu, con l’amministratore unico Cristian Goracci, dal presidente del Circolo Tifernate Accademia degli Illuminati Gregorio Anastasi alla direttrice del Museo Diocesano Catia Cecchetti, rimarcando la presenza di diverse associazioni tifernati, oltre che dell’amministrazione comunale di San Giustino con l’assessore Milena Crispoltoni. “Gli arnesi della musica” sarà di nuovo in scena al Teatro comunale degli Illuminati il 16 febbraio, con l’Orchestra Giovanile di Arezzo, e il 15 marzo, nel Salone Gotico del Museo del Duomo, con il Quintetto del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, composto da Paolo Zampini al flauto, Simone Bensi all’oboe, Fabio Battistelli al clarinetto, Guido Corti al corno e Corrado Dabbene al fagotto. Tutti i concerti saranno a ingresso gratuito.