La Fondazione Villa Montesca coordina il territorio umbro-toscano del progetto “Piccoli che valgono”

CITTÀ DI CASTELLO – Si è tenuto a Villa Montesca l’incontro di lancio del progetto “Piccoli che valgono”, che affronta il tema della dispersione scolastica in termini di prevenzione, attraverso il coinvolgimento di tutti i soggetti della comunità educante, in primis le scuole, finanziato dall’impresa sociale Con i Bambini e promosso da Mani Tese, che vede la Fondazione Hallgarten-Franchetti come referente territoriale.

L’obiettivo del progetto, che interesserà l’Altotevere umbro e toscano, è promuovere azioni efficaci per contrastare il disagio minorile scolastico e prevenire le cause di dispersione e abbandono agendo, in particolare, nella fase di passaggio tra il ciclo della scuola primaria e quello della secondaria di primo grado (fascia di età 9-14 anni). Le sperimentazioni hanno
come fine l’elaborazione di una metodologia replicabile sul piano nazionale per contrastare l’aumento della povertà educativa in Italia.

L’incontro, aperto dal professor Angelo Capecci, presidente della Fondazione Centro Studi Villa Montesca e da Gabriella Patriziano, coordinatrice nazionale del progetto per Mani Tese, ha visto la partecipazione dei partner di progetto: l’assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Città di Castello rappresentato dalla responsabile del Servizio Rita Conti,
il Comune di Sansepolcro rappresentato dall’assessore Gabriele Marconcini e le scuole altotiberine coinvolte rappresentate dai dirigenti scolastici: il professor Massimo Belardinelli del primo circolo didattico San Filippo, il professor Filippo Pettinari della scuola media Alighieri Pascoli, il professor Elio Boriosi della direzione didattica Francesca Turrini Bufalini di San Giustino e il professor Fabrizio Gai dell’istituto comprensivo di Sansepolcro. Per l’area Toscana era presente anche Cristina Falleri dell’Associazione Il timone di Sansepolcro.

Al termine il professor Stefano Taddei dell’Università degli Studi di Firenze ed il dottor Paolo Lippi di Giunti Psychometrics hanno presentato il nuovo e innovativo questionario per la misurazione della percezione da parte dei ragazzi del benessere a scuola, che rappresenta la prima delle diverse attività previste dal progetto per le prossime 2 annualità scolastiche.