Iniziati i lavori per la messa in sicurezza dell’area di piazza Marx

UMBERTIDE – Sono iniziati nella giornata odierna i lavori per la messa in sicurezza di strade e marciapiedi nell’area compresa fra le rotatorie di viale Unità d’Italia e via Morandi.

Il progetto prevede l’intervento di risanamento dei marciapiedi posti in adiacenza alla scuola media “Mavarelli-Pascoli”, lato piazza Marx. E’ programmato inoltre il rifacimento del parcheggio posto nei pressi della scuola media, lato via Roma. In programma il rifacimento di via Tusicum e del manto stradale su tutta l’area interessata dai lavori.

I lavori saranno concentrati sulla sicurezza e sulla viabilità dell’area individuata nella zona che va dalla rotatoria, all’incrocio tra viale Unità di Italia e via Roma, fino alla mini rotatoria posta all’incrocio tra via Martiri della Libertà e via Morandi.
Gli interventi rientrano in un progetto di messa in sicurezza del territorio nazionale finanziato dal Ministero dell’Interno nel quale il Comune di Umbertide è risultato assegnatario di un contributo di 100mila euro.
Come è bene ricordare, il Comune di Umbertide è stato uno dei pochi comuni che ha rispettato la data per la consegna dei lavori, prevista dal decreto entro il 15 maggio scorso.

La scelta di impiegare la somma erogata dal Viminale per la messa in sicurezza dell’area di piazza Marx è stata dettata dal buonsenso e dalla responsabilità, vista l’importanza strategica di zona, ove sorgono scuole ed edifici pubblici, quali la scuola secondaria di primo grado “Mavarelli-Pascoli”, la Fabbrica Moderna, il Campus “Leonardo Da Vinci”, oltre alla costruenda scuola di infanzia “Marcella Monini”.

L’Amministrazione Comunale di Umbertide ha confermato il proprio impegno di attuare un piano d’azione che porterà a rendere più sicura e fruibile un’area della nostra città nella quale sorgono importanti edifici scolastici, fornendo così una risposta concreta e maggior sicurezza ai tanti studenti umbertidesi ed alle loro famiglie. Tutto questo a differenza di forze di opposizione in cerca di visibilità e intente nel disperato tentativo di rifarsi una verginità politica (l’ennesima), come nel caso di Umbertide Cambia, capaci solamente di salire in cattedra e di dare lezioni solo teoriche.