Inaugurata la «nuova stazione ferroviaria»: ecco la casa dei Lupi e Bufali e della Croce Bianca

SAN GIUSTINO – La stazione ferroviaria riprende vita, trasformandosi in luoghi per attività culturali e sociali: ci sarà addirittura un ambulatorio per visite specialistiche.

 

L’immobile ubicato a due passi dal centro storico è tornato a splendere, grazie alle associazioni «Lupi & Bufali» e alla «Croce Bianca» , che si erano aggiudicate il bando di concessione per 20 anni con l’impegno di eseguire alcuni lavori e la manutenzione della struttura. Addirittura è stata risistemata la vecchia scritta con il nome del Comune.
In totale le due associazioni di volontariato si sono prese carico di oltre 3 mila metri quadrati di spazio: non solo il corpo centrale, ma anche i bagni e la parte del vecchio rimessaggio.

Nel piano terra della vecchia stazione, adesso c’è un salone con tutti gli accessori utili per riunioni, ostri ed eventi, fra cui un sistema di proiettori e il dolby per il suono. In una ala c’è uno spazio di aggregazione «dove la sera ci si incontra», hanno spiegato i vertici delle associazioni, mentre dall’altra parte uno studio medico, con tutta l’attrezzatura del caso che è stato messo a disposizione per i medici che lo vorranno utilizzare: «Verrano effettuati – hanno spiegato ancora – degli incontri con medici specialistici per il territorio». Infine una cucina industriale, che può essere usata sia per iniziative, ma può essere sfruttata anche anche in caso di emergenza.

Nel primo piano, oltre agli uffici delle due associazioni, c’è uno spazio comune e una vera e propria sala radio «gestita insieme all’Arire per le comunicazioni, anche in questo caso durante le emergenze».
.