fbpx

In ricordo di Ivano Pescari un alberello di acero e una targa in legno nel giardino della scuola Primaria di Cerbara

CITTÀ DI CASTELLO – Una pianta di acero, dove si ricava il legno per realizzare alcuni strumenti musicali ed una targa sempre in legno alla base del piccolo albero con una la scritta: “grazie Ivano, i bambini della scuola primaria di Cerbara”.

Con chiari riferimenti positivi alla vita che continua e soprattutto alla musica, verrà ricordato, Ivano Pescari, dipendente comunale, musicista di successo, personaggio poliedrico della comunità locale, prima vittima in Umbria a causa del Coronavirus deceduto la sera del 12 marzo 2020 nel Reparto di Terapia intensiva del Santa Maria della Misericordia dove era stato trasferito d’urgenza dall’ospedale di Città di Castello. D’ora in avanti sul grande giardino della scuola primaria di Cerbara ci saranno quella pianta di acero e quella targa a ricordarlo per volontà dei bambini fra cui i nipoti, della direzione didattica del secondo circolo, degli insegnati e di tutto il personale non docente.

“I bambini e gli insegnanti hanno voluto ricordare, oltre al musicista di grande valore, il genitore, nonno e amico che è sempre stato vicino alla scuola mettendo a disposizione la sua professionalità in occasione degli spettacoli di fine anno”, ha precisato la maestra Beatrice Bocciolesi a nome del Dirigente Scolastico, Simone Casucci, delle colleghe e di tutte le componenti della scuola ed anche della comunità locale di Cerbara che hanno collaborato alla buona riuscita della bella iniziativa che si è caratterizzata con alcuni cori dei piccoli studenti e messaggi letti nel corso di una vera e propria commovente cerimonia. Con la voce rotta dalla emozione sono intervenuti i figli Samantha e Simone Pescari accanto alla mamma Valeriana, la nuora e i nipoti, Valentina Christian e Alice e la cognata Maria Grazia.

“Nostro padre era sempre disponibile al momento del bisogno. Sempre a vostra disposizione. Grazie per tutto questo affetto che ci fa andare avanti nel suo ricordo”, hanno dichiarato i figli Samantha e Simone nel ricordare la passione innata per la musica che ha caratterizzato la vita del loro padre: “oggi ricordarlo con le canzoni e la musica è senza dubbio il regalo più bello”. “E’ stato per noi – hanno precisato il sindaco Luca Secondi e l’assessore alle Politiche Scolastiche, Letizia Guerri – un grande amico che abbiamo conosciuto e apprezzato come dipendente comunale e come artista, anima musicale di tanti momenti comuni. La sua vicenda ha colpito tutti noi e fin da subito oltre un anno e mezzo fa ci siamo stretti attorno alla sua bellissima famiglia che oggi ritroviamo qui in un abbraccio di tutta la comunità tifernate. L’albero da sempre e’ sinonimo di vita, il gesto della scuola di Cerbara di piantumare un albero in suo ricordo è segno importante di affetto, ricordo e memoria di uno dei momenti più difficili per l’intero paese, da coltivare a scuola, cuore pulsante di questa comunità. Ivano- hanno concluso sindaco e assessore – il suo sorriso, il suo essere positivo saranno per sempre un esempio.” Alla cerimonia hanno partecipato il dirigente scolastico del 2 Circolo Didattico, Simone Casucci e i parroci di Cerbara, don Giuseppe Floridi e don Francesco Mariucci.