Firmato in Prefettura un Protocollo di Legalità con il Comune di Monte Santa Maria Tiberina

MONTE SANTA MARIA TIBERINA – Nella mattinata odierna, presso la sede della Prefettura – U.T.G. di Perugia, è stato stipulato, tra il Prefetto, Claudio Sgaraglia, ed il Sindaco del Comune di Monte Santa Maria Tiberina, Letizia Michelini, un Protocollo di Intesa per la legalità e la prevenzione dei tentativi di infiltrazioni criminali mafiose nell’economia legale.

Con tale Intesa, si è convenuto di innalzare ulteriormente i livelli di collaborazione e cooperazione fra la Prefettura ed il suddetto Comune, integrando le sinergie già esistenti, con ulteriori azioni prioritariamente finalizzate alla prevenzione di possibili infiltrazioni criminali e mafiose nel tessuto economico locale, in particolare, nei settori degli appalti e contratti pubblici, del commercio, dell’urbanistica e dell’edilizia, anche privata.
Il Comune di Monte Santa Maria Tiberina, pertanto, si è impegnato ad estendere le cautele antimafia per favorire una più efficace attività di controllo e verifica di cui al Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione da parte della Prefettura.
In particolare, è stato previsto l’impegno dell’Ente Locale ad inserire, nei propri bandi e contratti, apposite clausole che impongono alle ditte contraenti, ma anche ai subcontraenti o fornitori di tutto il processo di filiera, di comprovare l’iscrizione o la richiesta di iscrizione negli appositi elenchi gestiti dalla Prefettura – U.T.G.
È stata prevista, inoltre, l’immediata risoluzione di ogni contratto e sub-contratto, ovvero la revoca delle concessioni e delle autorizzazioni, nel caso di adozione di informazioni antimafia interdittive.
Sono stati, altresì, potenziati gli strumenti tesi a verificare la “Tracciabilità dei flussi finanziari”, il monitoraggio susseguente alla stipula dei contratti, il rispetto degli adempimenti degli obblighi retributivi e contributivi, da parte delle imprese aggiudicatarie, nonché l’osservanza delle norme poste a tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori e di quelle poste a contrasto dell’immigrazione irregolare.
Il Prefetto Sgaraglia, nel ringraziare il Sindaco di Monte Santa Maria Tiberina per la scelta di stipulare il Predetto Protocollo d’Intesa a presidio della legalità, ha voluto sottolineare l’importanza, ai fini della prevenzione amministrativa antimafia di tale strumento pattizio, che, ad oggi, coinvolge 34 Comuni della Provincia.
Grazie a tali Protocolli – ha spiegato il Prefetto – è stato possibile ampliare significativamente l’ambito dei controlli nei diversi settori economici, conseguendo positivi risultati, come recentemente confermato dall’emissione di alcuni provvedimenti antimafia a carattere interdittivo, di cui uno adottato in data odierna, a carico di imprese segnalate alla Prefettura in applicazione di vigenti Protocolli di Legalità.