Annalisa Costa, presidente comitato Pendolari Stufi

Ex Fcu, nuovo orario e situazione attuale: il Comitato Pendolari Stufi non ci sta

CITTÀ DI CASTELLO – Continuano le polemiche per i servizi di mobilità.

In una nota al vetriolo, la presidente del comitato Pendolari Stufi, Annalisa Costa, esprime tutto il malcontento di “quella fetta di cittadini che non si sente tenuta in considerazione nelle fasi decisionali della gestione delle corse. “I tempi di percorrenza ancora lunghi, l’anticipo delle corse, fasce orarie “tralasciate” ed un servizio di mobilità nelle frazioni tagliato, sono gli argomenti che fanno infuriare la polemica” Annalisa Costa domanda, a nome di tutto il comitato, “a cosa siano serviti i sacrifici dei tanti cittadini che finora hanno “subito” le riparazioni dei binari, anche notturne, pagandole con notti insonni per niente”.

Il rischio, secondo il Comitato presieduto dalla Costa, è quello di ritrovarsi con un calendario delle corse che di fatto generi problemi ai tanti pendolari che potrebbero ritrovarsi con corse anticipate rispetto ad orari soliti ed assenza di corse in alcune fasce orarie, con conseguenti disagi e difficoltà.

Il comitato fa inoltre riferimento all’esclusione di zone periferiche di Città di Castello, come Promano Cinquemiglia, Ponte d’Avorio e Santa Lucia, che nel prossimo futuro non godranno di alcun trasporto pubblico, ma anche all’assenza di collegamenti con comuni vicini come Pietralunga, Montone e Gubbio, che ad oggi risultano essere un miraggio. Situazione aggravata dal fatto che per alcune di queste tratte, cittadini hanno pagato abbonamenti di cui non potranno fattivamente usufruire, situazione per la quale anche Conf Consumatori di Perugia si sta attivando