Erasmus: il Programma “premia” il Borgo e per la quinta volta porta giovani in Alto Tevere

MONTONE – “No plastic, better life” è il titolo dell’iniziativa che ha visto riuniti, a Montone, ragazzi e ragazze arrivati da vari paesi e diverse realtà sociali. Il borgo dell’Alto Tevere è stato sede di un piccolo, grande, evento internazionale con ventitré studenti provenienti da Italia, Romania, Lettonia e Macedonia.

Questo scambio interculturale è stato sponsorizzato e reso possibile dal programma di mobilità europea “Erasmus+”, nato nel 2014, che permette ai giovani europei, e non solo, under 30 di fare esperienze all’estero seguendo dei corsi basati sull’educazione non formale.

Il progetto tenutosi a Montone si è svolto dal 6 al 13 novembre e la sua tematica è stata incentrata sul problema della produzione e smaltimento dei rifiuti, con particolare attenzione alla plastica: un argomento purtroppo molto di attualità per via delle condizioni critiche in cui versa il pianeta proprio a causa dei rifiuti e dell’abuso della plastica.
Un spunto di riflessione è stato fornito proprio da come i quattro paesi dei partecipanti si distinguono per il diverso approccio alla tematica del riciclo: se l’Italia e la Lettonia sono all’avanguardia in Europa in fatto di ricupero di materiali, paesi come Macedonia e Romania non hanno ancora sviluppato tale consapevolezza.

Insieme per circa una settimana, i ragazzi hanno scambiato idee e opinioni, praticato attività, discusso di riciclo, riutilizzo e recupero di materiali anche nella vita quotidiana, in modo da produrre meno rifiuti possibili. Inoltre, hanno avuto l’occasione di conoscere posti nuovi, tradizioni e storia locale attraverso la visita a Umbertide e Montone, nonché la degustazione di prodotti tipici.
Durante la permanenza, i giovani hanno anche incontrato il sindaco di Montone, Mirco Rinaldi, che come sempre si è dimostrato disponibile e ospitale, accogliendo il gruppo e discutendo con i giovani su questa importante tematica socio-politica. Insieme al primo cittadino, all’incontro erano presenti l’assessore all’Ambiente, Roberta Rosini e i tecnici specializzati della ditta SOGEPU, Roberto Alessandrini e Gregorio Pavesi, che hanno spiegato ai ragazzi come funziona lo smaltimento dei rifiuti a Montone e illustrato il nuovo sito di smaltimento di Belladanza.
Il progetto è stato organizzato dall’Associazione Culturale Gentle Giant di Ardea (Rm), ormai al suo quinto evento internazionale nell’Alta Valle del Tevere.

Visto il successo dell’iniziativa l’appuntamento è per il prossimo anno con un nuovo progetto giovanile targato Erasmus+.