“E45 dimenticata”. Cgil, Cisl e Uil: “Riattiviamola!” Martedì iniziativa unitaria a Città di Castello 

CITTÀ DI CASTELLO – “E45, fondamentale infrastruttura per l’Italia: riattiviamola”: è questo il titolo dell’iniziativa pubblica organizzata da Cgil, Cisl e Uil in programma martedì 16 luglio dalle 9 presso la scuola Bufalini alla quale interverrà, tra gli altri, Andrea Cuccello, segretario nazionale Cisl.

“Era il 15 febbraio 2019 quanto il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, in visita ufficiale sul viadotto Puleto, il tratto della E45 chiuso al traffico perché giudicato non sicuro dal tribunale di Arezzo, annunciava la “riapertura integrale della viabilità entro poche settimane”. – ricordanoi sindacalisti – In realtà sono passati quasi 5 mesi e la situazione è rimasta assolutamente bloccata, con enormi danni economici per i territori coinvolti, Alta Umbria in primis”.

Cgil, Cisl e Uil, “che in questi mesi non hanno mai smesso di richiamare l’attenzione sul problema, che si ripercuote in maniera pesante su moltissimi lavoratori umbri”, tornano dunque a chiedere la riattivazione integrale dell’arteria e lo fanno organizzando un’iniziativa pubblica dal titolo “E45, fondamentale infrastruttura per l’Italia: riattiviamola” che si terrà martedì 16 luglio dalle ore 9 presso la scuola Bufalini, in via San Bartolomeo, alla quale interverrà, tra gli altri, Andrea Cuccello, segretario nazionale Cisl.

“Crediamo che sia il momento di unire gli sforzi di tutti i soggetti rappresentativi del territorio, istituzioni, associazioni di impresa e lavoratori – spiegano i sindacati – per arrivare allo sblocco di una situazione ormai assolutamente insostenibile”.