Donano due ore di lavoro e acquistano 3 barelle per l’ospedale: il bel gesto dei dipendenti Cmc

CITTÀ DI CASTELLO – Anche in questa faticosa situazione, frutto di una pandemia che ha creato enormi disagi, fa piacere registrare iniziative di solidarietà che, pur nel loro piccolo, riescono a trasmettere segnali positivi. L’idea è partita da un dipendente CMC e subito ha raccolto l’entusiasmo di quasi tutte le maestranze dell’ azienda tifernate, fondata da Giuseppe Ponti e guidata dal figlio Francesco, che ha appoggiato con calore il progetto: donare 2 ore del proprio lavoro a favore dell’ospedale di Città di Castello in un momento così difficile a causa dell’emergenza creata dal Covid19. La CMC peraltro non è nuova ad iniziative del genere a dimostrazione di quanto proprietà e dipendenti siano in sintonia sui temi sociali.

Encomiabile è stata la generosità dei lavoratori: il raccolto, fatto in poco più di 20 giorni, è stato di 5.172 euro. L’azienda, in accordo con i responsabili di riferimento della ASL1, sta acquistando 3 barelle complete di tutti gli accessori richiesti. Il costo totale della donazione è di 5.531,72 euro. La consegna dei dispositivi medici all’Ospedale di Città di Castello verrà fatta a breve da una delegazione di dipendenti CMC.