Domani riapre la Pinacoteca, Bacchetta: “La mostra del Fumetto si farà, quella del Cavallo no”

CITTÀ DI CASTELLO – “Oggi non abbiano guariti ma neanche nuovi ammalati. Ci sono ancora 5 positivi, molti dei quali in uscita perché il primo tampone sembra essere negativo. Attendiamo il risultato del secondo. Le attività ripartono con qualche preoccupazione e anche molte entusiasmo”: così apre il quotidiano aggiornamento sulla situazione relativa al Covid-19 nel territorio tifernate il sindaco Luciano Bacchetta.

“Sabato ripartirà il mercato in centro storico, stiamo lavorando con gli operatori per trovare una formula che contemperi sicurezza e tutela delle persone. Stiamo pensando di non far pagare agli ambulanti il suolo pubblico nel mese di giugno come tentativo di dimostrare che si sta lavorando tutti insieme. L’assessore alle Finanze Vincenzo Tofanelli e l’assessore al Commercio Riccardo Carletti stanno trovando le risorse per andare incontro agli operatori commerciali e turistici, danneggiati dai mesi del lock down. Avviamo fatto un incontro con l’associazione della Mostra del Fumetto, che si svolgerà anche quest’anno a Palazzo Vitelli. Alcune iniziative non verranno svolte, come la Mostra del Cavallo, che aveva molti operatori del Nord Italia. Lavoreremo per garantire comunque continuità a questi eventi culturali. Intanto domani, venerdì 29 maggio riaprirà la Pinacoteca comunale. Concludo con un ringraziamento alla Fondazione Prosperi di Castagnola che ha donato mascherine realizzate dalla ditta Iraci all’ospedale di Città di Castello in collaborazione con il sindacato UIL territoriale; andranno al reparto di pediatria. Sono segnali di solidarietà umana molto importanti che mi piace segnalare. I segnali positivi sono stati più di quelli negativi e danno la sensazione che esiste un senso di solidarietà tra le persone Città di Castello si è comportata complessivamente molto bene e i tifernati hanno dato dimostrazione di un grande senso civico”.